Calamari ripieni, la ricetta dell’estate 2017

Posted by Giuseppe Roselli on
Calamari ripieni, la ricetta dell’estate 2017

Calamari ripieni

In questo articolo vi proponiamo la ricetta più utilizzata per questa caldissima estate 2017. Si tratta di un secondo di mare molto conosciuto e utilizzato nella cucina italiana. Calamari ripieni alla menta e peperoncino, una ricetta di facile e veloce esecuzione. La praticità di realizzazione di questa famosissima ricetta, permette di ottenere un piatto gustoso […]

Cancro, i farmaci scelti sull’analisi del Dna tumorale

Posted by Giuseppe Roselli on
Cancro, i farmaci scelti sull’analisi del Dna tumorale

Cancro la ricerca dei farmaci basata sul Dna

Interessante innovazione proveniente dalla ricerca sul cancro e la terapia da adottare. Adesso per scegliere i farmaci da assegnare al paziente, la medicina si avvarrà della tecnologia. Le indicazioni arriveranno dai dettagli relativi alle mutazioni genetiche, più se ne conoscono e più mirate saranno le cure. Si tratta di uno studio approfondito del Dna tumorale e da queste indicazioni, si potrà arrivare ad una serie di farmaci per una cura più specifica. La Foundation Medicine, ha studiato in maniera approfondita oltre 300 mutazioni genetiche, negli ultimi anni. Da questo studio è scaturito un elenco di farmaci da fornire all’oncologo, relativi ad ogni singola mutazione.

Cancro, ricerca e analisi di laboratorio

Innovazione sulla cura dei tumori

La tecnica utilizzata sino ad ora, mirava a trattare il tumore sulla base della localizzazione corporea, da oggi si otterrà una mappa delle mutazioni tumorali. Il nuovo studio comprende un’analisi molto accurata, le mutazioni a volte sono uguali anche per tumori che sembrano differenti. Questo significa che l’assegnazione di un farmaco al posto di un altro è di fondamentale importanza. La fase più importante di questo procedimento, è un’accurata analisi del Dna tumorale e da qui scaturisce la scelta del farmaco.

Analisi genetica del tumore

L’analisi del Dna della cellula tumorale, è il procedimento basilare di questa nuova procedura. Questa teoria è stata spiegata da Paolo Marchetti, direttore del Centro di Oncologia del S.Andrea. Il campione tumorale viene spedito negli Stati Uniti alla Foundation medicine ed il risultato arriva entro dieci giorni. Con questo tipo di tecnologia, si riescono a valutare 324 mutazioni in una biopsia e 60 in un prelievo di sangue.

Analisi del Dna tumorale

Cancro, un database per scegliere il farmaco

Marchetti ha specificato che grazie ad un database, il farmaco verrà assegnato sulla mutazione di ogni singolo tumore. La prescrizione della cura però, potrebbe anche avere altre indicazioni e quindi ricadere su un farmaco diverso da quelli già utilizzati.  Presto la nuova procedura, sara disponibile anche in 28 ospedali italiani sotto la direzione dell’Università La Sapienza di Roma. In Italia saranno coinvolti inizialmente 440 pazienti ai quali verrà eseguito il test per il riconoscimento della mutazione principale da attaccare. Questa procedura sarà la sfida che la medicina lancerà contro tutti i tipi di tumore, ma questa volta le cure saranno specifiche e mirate. In precedenza l’assegnazione dei farmaci era piuttosto generica, da oggi invece si parte da una base importante: la genetica tumorale.

Dna tumorale

Se il presente articolo è risultato interessante, lasciate un like per rimanere aggiornati sull’argomento e su tutte le news proposte da questo autore.  Inoltre potete lasciare un commento, specificando se il tema trattato è risultato essere utile e interessante.

 

Intolleranza ai lieviti: ecco come curarla

Posted by Anna Morandino on
Intolleranza ai lieviti: ecco come curarla

L’intolleranza ai lieviti nei nostri tempi è molto estesa e diffusa perché alla sua base vi è un requisito di disbiosi intestinale derivata dalla presenza di funghi come la Candida albicans e anche altri funghi. Sono tutti di grandezze visibili al microscopio, questi organismi riescono a entrare nell’organo, raggiungendo il livello del colon con i resti alimentari non assimilati nell’intestino tenue. Questo succede principalmente quando il cibo quotidiano è pieno di pane, pasta, dolci e simili. Quando vanno nel colon, questi resti fermentano, producendo gonfiori e diversi problemi intestinali.

I RIMEDI NATURALI PER CURARE IL PROBLEMA

L’intolleranza ai lieviti necessita di una terapia completa con norme alimentari e rimedi naturali valide per disin­fiammare, diminuire gli effetti del cibo mal tollerato e migliorare la flora intestinale. Tra i prodotti naturali ci sono concentrati d’erbe e semi, enzimi, vitamine e minerali. Se si hanno dei dolori addominali leggeri che si associano a gon­fiori e diarrea, può essere valido l’estratto di mirtillo, da assumere con acqua 1 capsula, dopo pranzo o cena. Mentre per la difficoltà di digestione, provocate dall’intolleranza che ha prodotto più difficoltosa l’assimilazione degli alimenti, bisogna assumere gli enzimi digestivi, bisogna deglutire 1 compressa prima dei pasti.

Per facilitare l’eliminazione delle tossine che l’intolleranza ha provocato, la mattina a colazione è valido bere un infuso che migliora fegato, intestino e vie linfatiche. Si può preparare con carciofo utile per il fegato, radice di liquirizia necessaria per l’intestino; chi ha l’ipertensione può rimpiazzare la liquirizia con radice di tarassaco. Poi si raccomanda di non dolcificare poiché, la percezione del gusto lievemente amaro della tisana con le papille gustative permette di rimuovere più rapidamente le tossine. Alcune piante per curare il problema sono: olio di ribes nero per aumentare la tolleranza ai lieviti e ridurne la dipendenza; l’echinacea se l’intolleranza dà effetti collaterali insoliti; olio di perilla se ci sono stati infiammatori con dolori articolari o muscolari; la bardana se l’intolleranza ha scatenato problemi alla pelle; anice verde quando il sintomo principale è il gon­fiore addominale.

L’ISTAMINA

Infine ad accrescere la sintomatologia dell’intolleranza ai lieviti contribuiscono perfino i cibi ricchi di istamina oppure che ne favoriscono la formazione nell’organismo. L’istamina è una sostanza presente nel nostro corpo, dove riveste un ruolo importante nei riscontri infiammatori e allergiche. Se in abbondanza oppure se non tollerata, l’istamina può causare rossori, prurito, diarrea, vomito, mal di testa, vertigini e accrescere i sintomi dell’intolleranza.

I FERMENTI LATTICI POSSONO AIUTARE

I fermenti lattici sono validi per riprodurre la flora batterica intestinale e perciò potrebbero essere un buon rimedio per bloccare alcuni dei sintomi dell’intolleranza ai lieviti. Però, dal momento che sono per l’appunto fermenti, e che anche le sostanze fermentate sono sconsigliate in presenza di intolleranza ai lieviti, il suggerimento è di non usarli prima di aver compiuto una dieta adatta come minimo per una ventina di giorni. In questa maniera saranno tollerati dall’organismo in modo migliore e potranno esercitare la loro azione bene­fica sull’intestino. I fermenti lattici si trovano in compresse, capsule o gocce. Si avranno dei risultati migliori preferendo un prodotto privo di lattosio da assumere secondo le informazioni scritte sulla confezione.

Napoli, Vesuvio in fiamme. Tutti gli aggiornamenti.

Posted by editor on
Napoli, Vesuvio in fiamme. Tutti gli aggiornamenti.

E’ da giorni che il tanto amato Vesuvio Napoletano continua a bruciare per colpa di piromani che hanno deciso di distruggere un habitat e una ricchezza che rappresentava totale bellezza del panorama partenopeo.

Ogni giorno che passa, con le temperature alte e il sole battente, di certo non è facile abbattere le fiamme, che hanno fatto evacuare diverse famiglie che vivono nei pressi del Vesuvio.

Un danno quello creatosi, che si potrebbe paragonare quasi ad una eruttazione del Vulcano, che sarebbe stata molto più accettata poiché sarebbe stato un “disastro naturale” e non una malvagia volontà dell’uomo.

Per domare le fiamme, ieri l’Esercito italiano è intervenuto con quattro pattuglie operanti tra San Sebastiano al Vesuvio ed Ercolano, con ogni pattuglia composta da 3 uomini.

A questi, si aggiungono la presenza di quattro mezzi tattici VM90 e un mezzo commerciale. Il lavoro delle pattuglie consiste nel garantire supporto alla protezione civile e la viabilità ad essere pronte nel caso in cui fosse necessario una evacuazione.

Le proprietà dei ceci favoriscono cuore e intestino

Posted by Giuseppe Roselli on
Le proprietà dei ceci favoriscono cuore e intestino

Le proprietà dei ceci

Nella cucina italiana ci sono alimenti che apportano al corpo umano molti benefici. In questo articolo parleremo delle proprietà dei ceci, che grazie alle loro caratteristiche benefiche, rendono vita facile a cuore ed intestino. I ceci sono un alimento molto antico e sono conosciuti anche con il nome di ‘fagioli di Garbanzo‘. Le maggiori coltivazioni mondiali di questo alimento, le troviamo in India e Pakistan. I principali benefici apportati dai ceci, agiscono sull’apparato cardiovascolare e intestinale. Inoltre contribuiscono in maniera significativa alla riduzione del colesterolo e ad abbassare considerevolmente la glicemia.

Minestra di ceci

Proprietà dei ceci e loro benefici

I ceci contengono numerosi micronutrienti essenziali, che agiscono in maniera determinata su cuore e intestino. Una delle principali caratteristiche possedute da questo antichissimo alimento, è il potere saziante. Questa caratteristica è molto determinante per controllare il peso corporeo. Il peso del corpo infatti, è fondamentale per il buon funzionamento dell’apparato cardiocircolatorio. Questo importantissimo fattore aiuta in maniera esponenziale il cuore, il quale lavora con molta meno fatica. Un’altra caratteristica importante dei ceci, aiuta l’intestino facilitando significativamente la frequenza di defecazione.

Altre caratteristiche delle proprietà dei ceci

Le principali caratteristiche dei ceci, non si fermano solo al benefici di cuore e intestino. Nei ceci sono presenti anche: calcio, magnesio, fosfato, ferro, manganese, zinco e vitamina K. Questi importantissimi componenti, contribuiscono a rinforzare la struttura ossea. Un’altra proprietà significativa dei ceci, è il basso indice glicemico con un quantitativo di fibre insolubili molto alto. Per questa ragione sono un alimento molto indicato per i soggetti diabetici, ma anche per coloro che non soffrono di questa patologia. L’indice glicemico, è in grado di prevenire l’insulino resistenza, che contribuisce alla formazione di patologie croniche.

Ceci in pignata

Ceci: conservazione e utilizzo

I ceci andrebbero consumati almeno 3 – 4 volte alla settimana, con porzioni non inferiori a 150 grammi. Se vengono consumati secchi, le quantità scendono a 30 – 50 grammi. Sotto forma di farine invece, si consiglia di consumare una quantità non superiore a 50 grammi. Per quanto riguarda la conservazione, è preferibile utilizzare ceci secchi da sistemare in barattoli ermetici, possibilmente di vetro.

Evitare il consumo di ceci in latta perché ricchi di nichel e sodio. Anche i ceci congelati  sono fortemente consigliati, ma bisogna sciacquarli per bene prima di consumarli. Se si utilizzano i ceci secchi, bisogna tenerli a mollo per 12 o 24 ore prima di cucinarli e poi successivamente cuocerli per almeno 3 ore.

Ceci secchi

Se questo articolo è risultato utile alla vostra alimentazione, lasciate un like per rimanere costantemente aggiornati sulle news proposte e redatte da questo autore. Inoltre potete lasciare un commento, specificando se l’argomento risulta utile e interessante.

 

Inps, evitare pensioni a 67 anni costerà 1,2 miliardi

Posted by Giuseppe Roselli on
Inps, evitare pensioni a 67 anni costerà 1,2 miliardi

Inps

Entro la fine di quest’anno l’esecutivo deve decidere se innalzare l’età anagrafica per le pensioni a 67 anni, oppure evitare tale provvedimento. Secondo quanto riportato da Il Sole 24 Ore, l’Inps avrebbe calcolato che un eventuale rinvio dell’innalzamento anagrafico, comporterebbe una perdita per il bilancio dello Stato pari a 1,2 miliardi di euro. I sindacati sono sul piede di guerra, per evitare l’innalzamento e quindi incentivare il congelamento della misura previdenziale. Sacconi e Damiano stanno spingendo per stoppare l’adeguamento all’aspettativa di vita. Secondo loro non è ipotizzabile un ulteriore innalzamento dell’età pensionabile, considerando che ad oggi, le leggi italiane, sono le più penalizzanti d’Europa.

Pensioni anticipate

Innalzamento e scenari demografici

Sulla base dei dati Istat relativi agli scenari demografici, nel mese di gennaio 2019 l’età pensionabile salirebbe dagli attuali 66 anni e 7 mesi a 67 anni. Nel 2021 si innalzerebbe ancora fino a 67 anni e tre mesi e fino a 68 anni ed un mese nel 2031. Infine si arriverebbe al 2051 con un’età anagrafica non inferiore a 69 anni e 9 mesi. Questo significa che i trentenni di oggi, andrebbero in pensione alla veneranda età di 70 anni. La Ragioneria Generale dello Stato ha stilato un recente rapporto con il quale segnala i dati dell’innalzamento. Tale variazione è dovuta all’impatto della generazione del baby boom.

L’influenza sul peso del Pil della spesa

Il rapporto tra la spesa pensionistica ed il Pil (prodotto interno lordo), è atteso a decrescere sino al 15,5% sino al 2019. Poi successivamente sino ad arrivare al 16,3% nel 2044, poi riscenderà al 15,6% nel 2050 con decelerazione costante fino al 2070. Gli ex ministri Damiano (PD) e Sacconi (Epi), che attualmente sono presidenti delle Commissioni lavoro di Camera e Senato, hanno chiesto di bloccare il meccanismo. In pratica i vari adeguamenti previsti, comporterebbero serie difficoltà in futuro ai giovani di oggi. Le pensioni ormai sono diventate l’argomento principale dell’economia italiana, perché sul sistema previdenziale è legato il debito pubblico nazionale.

Prodotto Interno Lordo

Gli immigrati e le pensioni

Negli ultimi giorni, il presidente dell’Inps Boeri, aveva sollevato un grosso polverone sull’argomento legato all’immigrazione. Il presidente dell’Istituto di previdenza, aveva affermato che se blocchiamo l’arrivo dei profughi in Italia, danneggeremo notevolmente le coperture pensionistiche del nostro sistema previdenziale. Le polemiche a riguardo non sono mancate, perché non si riesce a capire in che modo gli immigrati, possano migliorare la nostra posizione sulle pensioni. L’assenza di lavoro per i giovani italiani, con molta probabilità peggiorerebbe in quanto avremo molte più unità da impiegare, innalzando la percentuale di disoccupazione.

Presidente Inps Boeri

La decisione entro l’anno

La decisione di innalzare l’età anagrafica pensionabile, deve essere assunta dal Governo entro la fine del 2017. Tale provvedimento però avrebbe i suoi effetti nel 2019. Il meccanismo comunque sarà eventualmente previsto nella prossima legge di bilancio. La conseguenza di un eventuale blocco dell’innalzamento, potrebbe andare contro le promesse economiche fatte all’Unione Europea. Bruxelles infatti,  aveva chiesto al ministro dell’Economia alcuni aggiustamenti, in modo tale da sanare i conti del belpaese. Un sacrificio di 1,2 miliardi, potrebbe essere troppo esagerato e conseguentemente non ratificato dalla Ue. Il risultato di tutto questo sarà sicuramente una legge di bilancio di lacrime e sangue nei confronti dei cittadini italiani, tanto per cambiare.

Il nuovo Suv marchiato Jaguar: la E-Pace

Posted by Anna Morandino on
Il nuovo Suv marchiato Jaguar: la E-Pace

Il marchio inglese di produzione automobilistica affianca al Suv F-Pace, un nuovo modello chiamato E-Pace. Possiede motori a 4 cilindri fino a 300 Cv, design sportivo e tanta tecnologia attuale, sarà immessa sul mercato dall’inizio del 2018.

Jaguar affianca ai modelli tradizionali e alle sue bellissime sportive, ha accostato un nuovo Suv: si chiama E-Pace, è un crossover sportivo lungo 4 metri e 40 (33 cm meno dell’F-Pace). Lunga 4,4 metri, la E-Pace si differenzia per un impianto stilistico che riassume quanto c’è sulle Jaguar di ultima generazione. All’interno colpisce il sistema di infotainment con touchscreen da 10″, connessione 4G con hot-spot wifi, con una totale compatibilità con smartphone.

Gli strumenti di controllo sono digitali, le indicazioni di guida sono rappresentate su un display da 12,3″ come optional e, sempre a richiesta, sul parabrezza mediante l’head-up display a colori. La fruibilità dell’automobile è bensì garantita dal grande bagagliaio, con una grandezza che varia fra 577 e 1.234 litri. Le capacità dinamiche sono ampliate dall’esteso utilizzo di alluminio per telaio e sospensioni e dall’opportunità di preferire le 4 ruote motrici con torque vectoring, un meccanismo che suddivide la coppia motrice sulle ruote per accrescere il grip in curva. Il meccanismo “Configurable Dynamics” permette bensì di regolare a piacere la risposta di acceleratore, sterzo e delle sospensioni elettroniche.

Esteso è l’attrezzatura tecnologica riservata alla sicurezza di marcia e all’assistenza di guida, c’è una doppia telecamera frontale per le funzioni di frenata automatica di emergenza con riconoscimento del pedone, della segnaletica stradale e della cartellonistica riservata ai limiti di velocità, e ancora il mantenimento attivo della propria corsia di marcia. C’è anche il Park Assist e il sistema di monitoraggio del traffico frontale. Protezione salvaguardata anche per il passante che in imprevisto di incidente, la sua testa è sostenuta dall’urto col cofano dal “Pedestrian Airbag”, collocato alla base del parabrezza.

Le motorizzazioni sono, soltanto unità da 2 litri, tutte turbo, c’è il 4 cilindri a gasolio, con potenze di 150 CV, 180 CV e 240 CV; quelle a benzina hanno invece potenze di 250 e 300 CV. I motori più potenti presentono di serie le 4 ruote motrici e il cambio automatico a 9 marce. Per i primi 12 mesi di messa in commercio la E-Pace si potrà acquistare nell’allestimento “First Edition”, in unione ai motori diesel da 180 CV e benzina da 250 e al cambio automatico.

Questo modello include interni in pelle con cuciture a contrasto, tetto panoramico, strumentazione tachimetrica digitale, head-up display, portellone del bagagliaio elettrico e Activity Key, una chiave a forma di bracciale gommato e resistente. La motorizzazione più potente della E-Pace balza da 0 a 100 km/h in 6,4 secondi e arriva a 243 km/h.  Il prezzo iniziale è da 36.800 euro.

La Jaguar assegna a questo nuovo modello della categoria il compito di aumentare i compratori e far risalire i numeri in tutti i mercati commerciali maggiori, dall’Europa alla Cina, dagli Usa all’India. La nuova E-Pace, ha fatto il suo debutto “con salto mortale” il 13 luglio 2017 a Londra, ed è pronta a premere la passerella del Salone di Francoforte a metà settembre prossimo. A Londra c’è stato un salto in lungo di 15,3 metri con un avvitamento di 270 gradi, questa è stata l’impresa compiuta dalla nuova Jaguar E-Pace che entra ufficialmente nel Guinness World Record per “l’avvitamento più lungo effettuato con un veicolo di serie”. Al volante del Suv del Giaguaro lo stunt driver Terry Grant.

Anticipazioni Velvet 4: trama quarta puntata. Carlos vuole sposare Ana

Posted by Anna Morandino on
Anticipazioni Velvet 4: trama quarta puntata. Carlos vuole sposare Ana

Le anticipazioni della fiction trasmessa su Rai Uno, Velvet 4 stagione, sarà trasmessa la quarta puntata giovedì 20 luglio 2017.

SINTESI DELLA TERZA PUNTATA: ADELE CONOSCE IL SEGRETO DI ALBERTO

Nella Galleria Velvet ci saranno delle modifiche, Ana Ribera ha lo scopo di andare avanti con il suo progetto, realizzare una linea di moda pronta da presentare ed esibire nelle diverse case di moda presenti in tutto il mondo. La fermezza della stilista però viene attutita dai programmi del nuovo dirigente Marco Cafiero con pareri che si vanno a contrapporre con le oneste intenzioni di Ana.

L’uomo difatti sta producendo caos tra il personale della Galleria Velvet ha appunto imposto di liberare gli appartamenti per fare nuovi laboratori. Cafiero ulteriormente vuole fare di tutto per intralciare il lavoro di Ana, cercando di attuare tagli nel bilancio affinché Ana non avrà successo nei suoi progetti lavorativi. Intanto nella boutique di moda arriva Adele, una donna elegante, ma oscura e misteriosa. Adele è attratta dalla collezione di Philippe Ray, ma in realtà è venuta alle Gallerie Velvet per rivelare un segreto a Cristina, accanita nemica di Ana Ribera.

La donna che ha saputo che Alberto non è morto, inizia a fare delle ricerche per conto suo senza rivelare nulla ad Ana. Cristina tuttavia svela la novità al suo alleato Carlos, e quest’ultimo ha timore che il ritorno di Alberto, possa in qualche modo danneggiare il rapporto con la sua adorata stilista. Rita impiegata nella Galleria Velvet e migliore amica di Ana, scopre di avere un tumore che potrebbe danneggiare pericolosamente la sua vita. La donna però ha un scontro interiore nell’anima, non sa se confidare a Pedro, suo marito di avere il cancro.

CRISTINA SPINGE CARLOS A CHIEDERE IN SPOSA ANA

Le anticipazioni della quarta puntata della fiction spagnola “Velvet 4” che sarà trasmessa sulla rete ammiraglia Rai Uno, giovedì 20 luglio 2017, rivelano degli intrighi imprevisti. Ana Ribera indaffarata in prima persona alla Galleria Velvet per tentare di portare avanti il suo progetto, si trova a dover fronteggiare con il nuovo responsabile Cafiero il quale non fa altro che impedire i suoi progetti di lavoro, provando in tutti i modi di tagliare i fondi del bilancio.

Cristina nel frattempo, acquisita la pericolosa verità, vale a dire che Alberto è vivo, prova a spingere Carlos a chiedere in sposa Ana. Clara invece collaboratrice della Galleria Velvet e sorella di Rita, non riesce ad accettare l’ordine imposta dal direttore, quello ossia che i dipendenti devono allontanarsi subito dagli alloggi. Rita nel frattempo determina di rivelare alla sorella la dolorosa tragedia che la opprime, ma nello stesso tempo vuole respingere l’intervento chirurgico idoneo a togliere il cancro perché non può permettersi di saldare le spese.

Clara persuade quindi la sorella a chiedere un sostegno economico ad Ana Ribera. Pedro, marito di Rita non sa ancora niente della malattia della moglie, ma ne viene a conoscenza dalle analisi che trova in cucina, nei quali comunicano la presenza del cancro nel corpo della sua amata moglie. Per adesso le anticipazioni terminano qui, ma continuate a seguirci per nuove rivelazioni sui vostri programmi preferiti.

Alimentazione vegetariana: i cibi chiave

Posted by federica18 on
Alimentazione vegetariana: i cibi chiave

Seguire un’ alimentazione vegetariana fa bene sia alla salute che alla forma. Oggi scopriremo insieme quali sono i cibi chiave per vivere meglio.

Le verdure: meglio assumerle crude

Soprattutto crude ci consentono di fare rifornimento di vitamine, minerali ed enzimi, che in genere vengono eliminati durante la cottura. Anche cotte, comunque, le verdure sono un alleato della nostra salute perché contengono molte fibre che nutrono i batteri buoni e favoriscono il transito intestinale.

Alimentazione vegetariana: l’importanza della frutta

La frutta è fonte di zucchero naturale, vitamine, fibre, minerali e oligoelementi. L’ideale è consumarla a colazione o per merenda. La maggior parte delle sostanze nutritive benefiche della frutta si trova nella buccia: perciò è consigliabile mangiarla con essa sempre dopo averla sciacquata.

 

I cereali integrali: fonte di vitamine

I cereali integrali sono un’ottima fonte di vitamine, soprattutto del gruppo B, utili per il nostro sistema nervoso, oltre che di minerali, come il ferro, le fibre e gli aminoacidi essenziali. I cereali contengono 7 degli 8 aminoacidi essenziali.

Il latte di soia e di mandorle: ottimi per cominciare bene la giornata

L’ alimentazione vegetariana prevede anche l’assunzione del latte. Il latte di soia e di mandorle: essi possono sostituire tranquillamente il latte di mucca.

I legumi: da non dimenticare

I legumi non sono verdure, sono alimenti amidacei, per il loro elevato contenuto di amido. Sono molto ricchi di proteine vegetali, per questo sono ideali in un regime vegetariano. Perciò via libera ai ceci, fagioli, soia e piselli. Sono ricchi di vitamine, proteine vegetali, minerali e fibre.

I fiocchi di avena: mix esplosivo di nutrienti

I fiocchi di avena croccante sono ideali per cambiare la consistenza di molte vostre preparazioni: nelle gallette come nelle zuppe e, ovviamente a colazione, accompagnati da frutta secca o fresca.

Una volta che entrerete in questo regime non potrete più uscirne perché a giovarne sarà la vostra salute ed anche la vostra silhouette.

 

 

[QUIZ] Qual è il numero mancante? Ecco la soluzione

Posted by editor on
[QUIZ] Qual è il numero mancante? Ecco la soluzione

Un semplice ragionamento da intuire, ed il gioco per la risoluzione dell’indovinello proposto sarà banalissimo.

Condividilo con i tuoi amici e vedi in quanto tempo riescono a risolverlo.

CONSIGLI PER LA RICERCA DELLA SOLUZIONE
State attenti a capire quali siano le relazioni tra i numeri di sinistra all’uguale e quelli a destra all’uguale.
Una volta capito quale sia , giungere alla soluzione sarà davvero facilissimo.

Prima di procedere al calcolo del numero, se potete, cronometrate il periodo di tempo che ci mettere per trovare la soluzione.

Ecco la nostra classifica in base al tempo che ci metterete:

Dai 5 ai 10 secondi: mente ottimamente allenata nei ragionamenti e nei calcoli
Dai 10 ai 30 secondi: mente sufficientemente allenata nei ragionamenti e nei calcoli
Dai 30 ai 60 secondi: potreste fare di meglio, cercate di allenarvi nei piccoli problemini.
1 minuto in su: mi dispiace per voi, ma non va proprio bene!
Una volta che avrete trovato il numero, passate alla pagina successiva di questo articolo e confrontala con la nostra soluzione.

Anticipazioni Tempesta d’amore: trama puntate dal 17 al 22 luglio 2017

Posted by Anna Morandino on
Anticipazioni Tempesta d’amore: trama puntate dal 17 al 22 luglio 2017

Le nuove anticipazioni della soap opera tedesca Tempesta d’amore sulla trama puntate che andranno in onda su Rete 4 da lunedì 17 luglio 2017 a sabato 22 luglio 2017 dalle 19:50 alle 20:30 circa e il sabato dalle 19:50 alle 21:15.

Beatrice inizia il suo malvagio progetto contro Friedrich e dopo averlo profondamente intimidito, arriva a diventare azionista del Furstenhof. Durante la ricorrenza del compleanno di Susan, Adrian e William arrivano ad una pace fittizia. Alfons e André stentano a sopportare il modo di agire di Gerti nei confronti di sua figlia Melli, intanto, Tina comprende che David ha assunto un falso favoreggiatore per poter far mettere in prigione Oskar.

Werner stupisce Natascha e Nils decisi a lasciarsi andare alla passione e ne resta confuso. Clara vive degli attimi di grande sofferenza. La bella Morgenstern prova amore per il marito di Desirée e non per l’uomo che sta per sposare. Le nuove puntate saranno caratterizzate dalla vendetta di Beatrice nei confronti dell’uomo che ama, Friedrich. Nonostante ha compreso che il vecchio Stahl, amoreggiando con Saskia, è crollato nella trappola di Werner, Beatrice continuerà impassibile a fargli dei torti.

Prima riferirà ai suoi figli una grossa menzogna e cioè che il suo promesso sposo avrebbe voluto rinserrarla in un ospedale psichiatrico e dopo, in seguito, costringerà Friedrich a cederle le azioni che hanno tolto tutti e due a Charlotte. Beatrice, quindi, diverrà azionista e il suo pregio all’interno dell’importante hotel aumenterà.

LE ANTICIPAZIONI DELLA SETTIMANA “TEMPESTA D’AMORE”

David e Desirée si spaventano quando trovano la sedia a rotelle della madre nel seminterrato. Friedrich suppone che Werner potrebbe aver fatto qualcosa di male alla loro madre. Beatrice turba tutti con una comunicazione. Rivela ai suoi figli che il vecchio Stahl ha provato a rinchiuderla in un ospedale psichiatrico. È evidente che la donna sta cercando di far sembrare malvagio Friedrich con David e di Desirée per fargli pagare di quanto capitato tra lui e Saskia.

Clara, dopo aver sbaciucchiato Adrian, è confusa e fa molto per riflettere su William. Quest’ultimo prova a fare felici propositi per il futuro, tentando di non pensare a quanto gli ha detto il medico riguardo all’inabilità di poter tornare a esercitare il suo sport preferito. Friedrich manda via Beatrice dal Furstenhof. Gerti chiarisce ad Alfons di provare attualmente dei sentimenti per lui. Poi quando s’incontra con Charlotte, le suggerisce di ricominciare a conquistare Nils. Oskar alla fine esce di prigione e Tina, felicissima, decide di preparare una sdolcinata sorpresa per lui.

La legge scopre che Pia ha dei precedenti giudiziari. Tina e Oskar decidono di riferire tutta la verità alla questura riguardo la morte di Philip. L’ingannevole deposizione di Sigmund, assunto da Beatrice per favorire David, potrebbe un’altra volta peggiorare la posizione del birraio. Beatrice ha status sempre più importanti all’interno del Furstenhof e diviene perfino una delle maggiori azioniste.

Friedrich è obbligato a cedere ai ricatti di Beatrice e le concede le quote tolte con l’imbroglio a Charlotte. William decide di impegnarsi sul lavoro. Alfons non regge la partecipazione di Gerti nella sua vita ed in quella di Charlotte. Quest’ultima è molto felice perchè è sicura che con i suggerimenti della madre di Melli arriverà a riconquistare l’amore di Nils.

Alfons viene a sapere che Hildegard ha fatto venire Gerti a cenare a casa sua. La donna, nel frattempo, mediante uno stravagante rito, prova ad aiutare sua figlia ad ottenere più stima e fiducia in se stessa. André dissuade Melli di accogliere il misterioso sostegno della madre, ma la donna non riesce a contrapporsi alla sua volontà. Adrian e William preparano un evento a sorpresa per Susan, dato che sta per arrivare il suo compleanno. Tina scopre che David ha assunto Sigmund per mettere alle strette Oskar e diviene arrabbiato e s’infuria. Il giovane Hofer le fa sperare che l’aiuterà a difendere il suo amato da ogni calunnia, ma la Kessler gli dice di non volerlo più vedere, frequentare.

David ritorna nella sua abitazione e scopre che il suo alloggio ha subìto immensi danneggiamenti a causa di uno sproporzionato allagamento. Il giovane, distrutto, va da Tina e le chiede ospitalità per una notte. Michael e Natascha proseguono a bisticciare, la loro crisi di coppia è palese. Werner, nel corso di una camminata nel bosco, scopre la cantante e Nils immersi a fare l’amore.

Alfons discute con Melli dopo aver saputo che ha gradito gli eccentrici e strani suggerimenti di Gerti. Dopo che è venuto a conoscenza degli coinvolgimenti di David nei confronti di Oskar, Adrian è certo che anche Desirée sia implicata nel cupo episodio. La giovane, agitata, si reca dal fratello e discute brutalmente con lui. Gli azionisti del Furstenhof, in seguito ad una riunione, scoprono che Friedrich ha ceduto le quote di Charlotte a Beatrice. Werner si sforza ad accettare questa triste situazione. Come abbiamo visto sarà una settimana ricca di emozioni, continuate a seguirci per nuove eccezionali anticipazioni tv.

Virginia Raggi in Procura, 4 ore di dichiarazioni spontanee

Posted by Giuseppe Roselli on
Virginia Raggi in Procura, 4 ore di dichiarazioni spontanee

Virginia Raggi sindaca di Roma

Virginia Raggi come era prevedibile, si è presentata presso la Procura di Roma per rendere le sue dichiarazioni spontanee, in merito alle inchieste per le quali risulta indagata. La prima cittadina romana, ha incontrato i magistrati per quattro ore, la Procura l’ha iscritta nel registro degli indagati per i reati di abuso d’ufficio e falso. Il provvedimento era stato emesso a seguito della nomina di Salvatore Romeo come capo della sua segreteria politica e per la scelta di Renato Marra come capo del Dipartimento Turismo di Roma. Secondo quanto dichiarato dai suoi legali nei giorni scorsi, la sindaca aveva intenzione di sottoporsi ad un colloquio con i pubblici ministeri. Lo scopo della sua richiesta, era rendere alcune dichiarazioni in merito alle inchieste sopra citate.

Il Tribunale di Roma in Piazzale Clodio

Virgina Raggi: “incontro cordiale, sono fiduciosa”

L’incarico di prima cittadina, è partito in salita sin dall’inizio per Virginia Raggi e questo era inevitabile. La situazione in cui si trovava il Comune di Roma dopo le vicende di ‘mafia capitale‘ e la cattiva gestione dei governi precedenti. La giovane esponente del Movimento 5 Stelle è stata eletta dopo i ballottaggi.  Si è presentata spontaneamente dai magistrati, che stanno indagando sulle inchieste per le quali lei stessa è indagata. Dopo quattro lunghe ore di interrogatorio, la Raggi si è detta tranquilla e soddisfatta, ma soprattutto molto fiduciosa. Ora i magistrati dovranno valutare la documentazione e le dichiarazioni acquisite, per decidere se archiviare o rinviarla a giudizio. Questa la sua prima dichiarazione:”E’ stato un colloquio molto cordiale, del resto lo avevo chiesto io, sono fiduciosa“.

Virginia Raggi non si dimetterà

La sindaca ha già fatto sapere diverse settimane fa, che non si dimetterà in caso di rinvio a giudizio. L’inchiesta è partita nell’estate del 2016, quando fu triplicato lo stipendio a Salvatore Romeo, nominato capo della segreteria politica. Il funzionario percepiva inizialmente trentanovemila euro, poi diventarono 110mila, salvo poi scendere a 93mila dopo l’intervento dell’Autorità nazionale anti corruzione. I difensori di Virginia Raggi, hanno spiegato che la nomina era regolare, perché prevista dall’articolo 90 del Tuel. Per quanto riguarda invece la nomina di Renato Marra, l’esponente del Movimento 5 Stelle è stata indagata, per aver dichiarato di aver deciso personalmente tale scelta.

Renato Marra e Virginia Raggi

Le dichiarazioni discordanti di Virginia Raggi

Quello che ai magistrati non torna, è una chat nella quale si evince che Virginia Raggi manifesta il suo imbarazzo nei confronti di Raffaele Marra per aver scelto il fratello. Da queste conversazioni si evince che la dichiarazione iniziale della sindaca, sarebbe discordante con il contenuto di quei messaggi. Per quanto riguarda invece la nomina di Salvatore Romeo, ci sono le famose polizze assicurative. Da un controllo eseguito, è risultato che la sindaca era beneficiaria delle assicurazioni per 41mila euro, ma lei a riguardo si è dichiarata completamente estranea. Non ci resta che attendere nei prossimi giorni, la decisione della Procura della Repubblica sul destino della prima cittadina. Se la decisione sarà l’archiviazione, il tutto si rivelerà una bolla di sapone, in caso contrario Virginia Raggi andrà alla sbarra.

Salvatore Romeo

 

Calciomercato, Leonardo Bonucci-Milan l’affare dell’estate è quasi chiuso

Posted by Giuseppe Roselli on
Calciomercato, Leonardo Bonucci-Milan l’affare dell’estate è quasi chiuso

Leonardo Bonucci passa al Milan

I malumori che erano trapelati dallo spogliatoio, durante la finale di Champions League, non erano poi così ipotetici. Leonardo Bonucci andrà via dalla Juventus, in direzione Milano e precisamente nella tana del diavolo. Il calcio mercato estivo si è improvvisamente infiammato, quando questa notizia è circolata su tutti i media. Questa trattativa, ha sicuramente del clamoroso, se consideriamo il fatto che nessuno avrebbe mai pensato alla partenza del difensore bianconero. I termini contrattuali, che porterebbero Bonucci al Milan, sono quasi del tutto definiti. Otto milioni di euro per 4 anni e due bonus a stagione, un maxi contratto milionario che ha il sapore di affare record.

Leonardo Bonucci accordo raggiunto nella notte

Nella notte si sono incontrati i direttori sportivi delle due società insieme al giocatore e avrebbero raggiunto l’accordo economico. Alla Juventus andrebbero 40 milioni di euro, mentre Leonardo Bonucci firmerebbe per un contratto milionario, che prevede 8 milioni a stagione per quattro anni più i bonus. L’affare non è ancora stato definito, ma ormai mancano solo alcuni dettagli legati ai bonus. Il difensore ha pubblicato un post ambiguo sui social, sul quale ha scritto: “Ready for season 2017-2018″ (si torna a lavoro pronto per ricominciare). Il messaggio sembrerebbe banale, ma i tifosi si sono accorti di una stranezza, non ha utilizzato l’hastag, che usa di solito nei suoi messaggi, “#finoallafine”.

Leonardo Bonucci

La trattativa con il Milan guidata da Lucci

A seguire l’intera trattativa con il Milan, è stato il procuratore del giocatore, Alessandro Lucci il quale inizialmente ha incontrato Marotta e Paratici per decidere il destino di Bonucci. Poi successivamente ha ascoltato il direttore sportivo rossonero Fassone, per cercare di definire i termini economici del contratto. L’intesa è stata raggiunta, ma mancano ancora gli accordi sui due bonus a stagione, che sono stati concordati con la dirigenza milanista. I tifosi bianconeri sono senz’altro delusi e lo hanno manifestato al J-Medical, dove Bonucci si è recato per le visite mediche.

Marotta DS della Juventus

Leonardo Bonucci paragonato a Pirlo

Sulle pagine di Tuttosport, si legge un confronto tra Leonardo Bonucci e Andrea Pirlo. Nel 2011 Pirlo lasciò il Milan per approdare alla Juventus, ma quel passaggio non è la stessa cosa. A quei tempi Pirlo non era considerato inamovibile ed il suo trasferimento era nell’aria. Oggi invece la partenza di Bonucci è stata un fulmine a ciel sereno per i tifosi bianconeri. Leonardo Bonucci in realtà sta compiendo un passo indietro nella sua carriera, perché nella Juventus era considerato un leader. La sua decisione di passare al Milan che sportivamente non naviga in acque molto limpide, ha un sapore strano. Se la trattativa dovesse concludersi con la firma ufficiale (che ancora non c’è), lo stesso Bonucci potrebbe spiegare le motivazioni della scelta. Dopo una stagione esaltante con la vittoria dello scudetto, la Coppa Italia ed il secondo posto in Champions League, la notizia ha fatto certamente clamore.

Andrea Pirlo

Pirlo arrivò gratis alla Juventus

Probabilmente la differenza tra i due trasferimenti, sta nell’interesse economico. Andrea Pirlo arrivò alla Juventus a costo zero, oggi invece si parla di numerosi milioni di euro per la società e un contratto faraonico per il calciatore. Vedremo nei prossimi giorni, cosa diranno i diretti interessati su questo clamoroso, quanto misterioso trasferimento. Il calciatore non si è ancora espresso, ma presto probabilmente lo farà.

 

Un Posto al Sole: puntate dal 17 al 21 luglio 2017. Serena confessa il suo tradimento

Posted by Anna Morandino on
Un Posto al Sole: puntate dal 17 al 21 luglio 2017. Serena confessa il suo tradimento

Le anticipazioni della soap opera partenopea Un posto al sole sulla trama delle puntate che Rai Tre trasmetterà da lunedì 17 luglio 2017 a venerdì 21 luglio 2017 dalle 20:45 alle 21:15. Vi sveliamo che Denis deciderà di collaborare con la giustizia e per questo, dovrà allontanarsi da Giulia. Serena, malinconica e preoccupata, avrà una reazione sproporzionata ed imprevista di fronte a Roberto e dopo averci pensato, deciderà di riferire a Filippo ciò che la affligge.

Due prepotenti andranno al garage dove lavora Franco per avere in prestito una macchina di lusso. Don Peppino Canfora, inspiegabilmente, glielo permetterà e Boschi incomincerà a sospettare. Teresa suggerirà a Raffaele di prendere parte alle selezioni del talent di gastronomia “Chef Parade”, come già sta facendo suo figlio Patrizio. Guido sta facendo un grave sbaglio nel continuare a non curarsi delle esigenze di Mariella, mentre Silvia dovrà chiedere scusa ad Arianna dopo una fragorosa figuraccia.

Filippo comprenderà che Serena sta passando un momento parecchio difficoltoso. Forse Filippo Sartori ha compreso che sua moglie si è innamorata di Claudio. Intanto la Cirillo, mortificata e messa in difficoltà da Roberto, questa volta, si ribellerà ed avrà nei riguardi del suocero una reazione molto forte, totalmente imprevista. Denis deciderà di collaborare con la giustizia e verrà incluso nel programma di protezione testimoni. L’uomo dovrà rompere la relazione con Giulia. Franco comprenderà che don Peppino cela un triste segreto.

ANTICIPAZIONI E TRAMA DELLE PUNTATE SETTIMANALI

Niko e Ugo sono pronti a dichiarare la testimonianza consegnata da Denis davanti al giudice. Renato che sta per partire per le vacanze, riceve i suggerimenti imparziali di Raffaele riguardo a come comportarsi con Nadia. Roberto, nell’occorrenza della commemorazione annuale del circolo, suggerisce a Filippo di diventare socio. Silvia comprende che chi gestisce il blog “Fuori dal Coro” è Michele e così va da Arianna per giustificarsi con lei, dato che l’aveva incolpata ingiustamente di aver fatto un finto profilo.

Messa in imbarazzo da Roberto, Serena reagisce in modo inaspettato nei suoi confronti. Denis, illeso per poco alla minaccia, viene immesso nel programma di protezione testimoni e decide di allontanarsi per sempre da Giulia. Patrizio va alle audizioni del reality gastronomico “Chef Parade” a cui intende aderire e Teresa incoraggia Raffaele a presentarsi alla stessa trasmissione televisiva del figlio. Serena è preoccupata e scontenta e Filippo si fa mille domande. Dopo comprende che la donna è malinconica a causa di un fatto che fino a poco prima riteneva irrealizzabile. Guido prosegue a sottovalutare le necessità di Mariella. Raffaele e Teresa hanno un’idea un po’ strana che potrebbe buttare nella disperazione Patrizio ma rendere contento qualcun altro.

Franco si trova a dover scontrarsi con una brutta circostanza in garage. Due prepotenti stabiliscono di avere in prestito una macchina di lusso che non è la loro. Nel momento in cui Boschi viene a sapere che don Peppino è disponibile verso simili situazioni, non tarda a pretendere subito chiarimenti al suo amico. Serena cerca di parlare con Filippo, a rivelare le ragioni del suo malore nascosto. Inaspettatamente, Raffaele viene scelto per il provino del programma “Chef Parade”.