Crocifisso coperto con lo scotch in seggio elettorale: polemica nel web

Condividi

Un’accesa polemica quella che ha interessato il web negli ultimi giorni e che vede protagonista un seggio di Signa, in provincia di Firenze. Nei giorni scorsi si sono svolte le elezioni comunali, ed in particolare in 17 seggi di Signa si è svolto il ballottaggio tra Giampiero Fossi (PD) e Vincenzo De Franco (centrodestra). Questo ballottaggio è stato al centro di una discussione poichè in uno dei seggi sopra citati, è stato coperto con dello scotch il crocifisso presente in aula.

A rendere questa notizia pubblica è stato un elettore che si è recato nel seggio per lasciare il proprio voto. Vedendo il crocifisso coperto con il nastro adesivo, ha scattato una foto che ha poi caricato nel proprio profilo Facebook. Così si sono sparse le voci di quanto stava accadendo nel seggio di Signa. La presidente del seggio incriminato era la moglie di Giampiero Fossi, in ballottaggio e successivamente eletto come nuovo sindaco.

Susanna Ceccardi ed il post su Facebook

A commentare quanto accaduto è stata anche Susanna Ceccardi, sindaco di Cascina e vertice della Lega in Toscana, tramite un post su Facebook:

 

Lascia un like...

La Ceccardi definisce il tutto come una follia elettorale toscana, rimasta incredula di fronte al gesto fatto dalla presidente del seggio.

Matteo Salvini bacia il crocifisso: la bestemmia che in pochi comprendono

Motivazione

Dietro alla scelta di coprire il crocifisso sembra esserci però una motivazione valida e legale. La Polizia chiamata in causa ha infatti confermato che per legge è possibile coprire o togliere qualsiasi simbolo religioso posto all’interno delle aule adibite al voto. La presidente del seggio inoltre, ha affermato che già nelle elezioni precedenti, alcuni hanno richiesto di coprire il crocifisso. La moglie di Fossi quindi, ha deciso di nascondere il simbolo religioso prima di ricevere ulteriori critiche.

Facebook Susanna Ceccardi

Condividi

Partner links