Londra, chiede del parmigiano sul piatto di pesce: la risposta dello chef italiano

Condividi

Accade a Londra, dove il Parmigiano Reggiano ha scatenato una vera e propria guerra sui social. A raccontare l’accaduto è un cliente su Tripadvisor, insoddisfatto per il trattamento avuto da uno chef italiano nel suo ristorante.

A Londra, il noto chef Massimo Donati, ha aperto un ristorante chiamato Maximo Italian Bistroit, il tanto criticato locale di questo ultimo periodo. Che cos’è accaduto? Il signor Zwelithini, dopo aver cenato da Donati, ha rilasciato una recensione alquanto negativa del posto a causa del Parmigiano Reggiano. Il formaggio incriminato era stato richiesto dal cliente sopra ai ravioli ripieni di granchio ordinati. Quando lo chef è venuto a sapere della richiesta fatta, si è rifiutato categoricamente di aggiungere il formaggio, e questo sembra aver mandato su tutte le furie il signor Zwelithini.

La storia però, non finisce qui. Dopo alcuni mesi dall’invio della recensione su Tripadvisor, è arrivata la sonora risposta dello chef Donati. In poche righe l’italiano ha spiegato al cliente che nella cucina italiana esistono poche ma indispensabili regole:
Non chiedere mai ananas sulla pizza;
non mettere mai la panna nella carbonara;
mai chiedere una pasta Alfredo;
non mettere mai il pollo nel sugo all’arrabbiata;
mai chiedere di mettere il formaggio su un piatto di pesce.

Lascia un like...

https://newslandia.it/cane-si-finge-randagio-per-ottenere-il-cibo-del-mc-donalds/

La risposta dello chef Donati ha riaperto la questione scatenando migliaia di risponde nel web. Gli utenti si sono divisi in chi è d’accordo con il cuoco poichè non andrebbe mai modificata una ricetta pensata dagli chef. Molti altri invece si schierano da parte del signore, perchè come si sa “il cliente ha sempre ragione“.

La risposta del Consorzio Parmigiano Reggiano

In questa odissea infinita sul Parmigiano Reggiano inserito nei piatti di pesce, si è schierato anche il Consorzio stesso del formaggio incriminato. Questo ha voluto esporre la grande versatilità del proprio prodotto che, in base ai tempi di stagionatura, può essere associato a vari alimenti, anche al pesce.

Condividi

Partner links