Rugby e football americano: in cosa si differenziano questi due sport?

Rugby e football americano: in cosa si differenziano questi due sport?

La palla ovale usata nel football americano

L’invenzione del rugby è stata attribuita nel 1823 a William Webb Ellis, ma deriva in realtà da un gioco dell’antichità classica, l’harpastum. Si trattava di un gioco di origine spartana, che ebbe grande diffusione tra i Romani e, di conseguenza, nelle province dell’impero romano. In Inghilterra questo sport ha coinciso con quello del football fino al 1971, anno in cui si costituì la Rugby Football Union.

Per quanto riguarda il football americano, il suo primo match ufficiale avviene a New Brunswick, nello stato del New Jersey, nel 1869. Nel 1873 viene istituita l’associazione Intercollegiate Football, che si evolverà nel 1920 nella National Football League: si fissano così in modo definitivo le regole di questo sport.

Elementi in comune tra rugby e football americano

In entrambi gli sport si usa una palla di forma ovale; quella da rugby “è più grande e presenta le cuciture all’interno”. Inoltre essi hanno il medesimo scopo: far arrivare la palla in meta; una volta realizzata la meta, si deve tirare un calcio al pallone.

Differenze tra i due sport

Pur essendo “imparentati” – tutti e due sono infatti una derivazione del football inglese – questi due sport presentano più differenze che affinità. In primo luogo è diverso il numero dei giocatori: 15  nel rugby (ma il numero dei giocatori varia a seconda della variante di rugby giocata) e 11 nel football americano.

Inoltre nel primo gioco la palla deve essere per forza passata all’indietro, regola che non esiste nel secondo. Nel football americano la palla non può cadere a terra, mentre nel rugby sì. Poi nel rugby si può placcare solo il giocatore con la palla in mano, mentre nel cugino americano il placcaggio è molto più libero.

Infine si è detto che entrambi i giochi prevedono che il pallone raggiunga la meta; tuttavia mentre nel rugby il giocatore deve necessariamente correre fino ad essa con la palla in mano, nel football americano la palla può anche essere lanciata a un ricevitore detto wide receiver.


Lascia un commento...

avatar
  Iscirviti  
Notificami
Loading...

Puoi migliorare la tua esperienza di navigazione dandoci il permesso di utilizzare i dati raccolti per fini pubblicitari. Privacy Policy

X
Questo sito utilizza cookies per raccogliere statistiche anonime e per ricordare le tue scelte.