Persone Sveglie per 30 giorni: Impensabili i risultati dell’esperimento…

rubinon - Pubblicato il: 14 Luglio 2016

Persone Sveglie per 30 giorni: Impensabili i risultati dell’esperimento… 

Degli Scienziati condussero questo esperimento su 5 prigionieri, tenendoli svegli per 30 giorni ottenendo risultati davvero impressionanti!

Svegli per 30 giorni | Russia, 1940, degli scienziati decidono di eseguire un esperimento davvero terribile, grazie all’utilizzo di un particolare gas in grado di eliminare totalmente la necessità di dormire. Vogliono capire quanto sia possibile vivere senza dormire… 

Svegli per 30 giorni Gas

Le cavie utilizzate sono 5 persone considerate allora dei nemici del governo russo, delle probabili spie. Complice un particolare gas in grado di eliminare i sintomi del sonno  e che permette di restare svegli per settimane, vista la sua devastante potenza. In quei tempi poi, era ancora in via sperimentale… 

Primi dieci giorni

Dopo il quinto giorno i soggetti incominciarono ad essere paranoici, a lamentarsi e a imprecare pentendosi di ogni azione fatta che li ha portati fin qui. Piuttosto che conversare tra di loro, incominciavano ad isolarsi e a sussurrare frasi tra se e se… 

Giunto il decimo giorno, iniziano le urla dei “pazienti”. Per tre ore di fila, un prigioniero correva avanti e indietro per tutta la stanza, urlando ad alta voce e sbattendo ovunque. In seguito la sua voce ha cominciato via via a indebolirsi, producendo sempre meno rumore e solo scricchiolii, che i medici hanno attribuito alla lacerazion


e sue corde vocali
  !

Metà Esperimento

Dopo qualche giorno gli scienziati si preoccupano perché sentono sempre meno rumori provenire dalla stanza. Decidono così di improvvisare, tentanto così di attirare l’attenzione dei prigionieri con un citofono. Gli scienziati spiegano che se collaboreranno, verranno liberati.
Improvvisamente, un “Non vogliamo più essere liberati…” disse un voce calma… 

svegli per 30 giorni (3)_newslandia

Il quindicesimo giorno, gli scienziati decidono di rimuovere il gas dall’aria nella stanza, rimettendo soltanto aria pulita. Qualcuno dentro se ne accorge dopo un po’, chiedendo che il gas sia rimesso nella stanza. Assurdo!
I soldati russi decidono così di entrare a dare un’occhiata nella stanza…. 4 dei 5 prigionieri sono ancora vivi, mentre di uno è deceduto . Il cibo sembra che non sia stato toccato da 5 giorni almeno, ma in cambio pezzi di carne del defunto e sangue sono sparsi per tutta la stanza. Anche il corpo dei sopravvissuti non sembra stare meglio, manca pelle e parti della carne, che sembrano per lo più ferite auto inflitte 

La fine dell’ “esperimento”

A questo punto ritengono sia necessario terminare l’esperimento, dunque i soldati entrano nella stanza per far uscire i 4 sopravvissuti e per portar via di li il cadavere del povero prigioniero mangiato vivo. Non è per nulla facile, i 4 si dimenano, corrono, urlano e non si fanno toccare in nessun modo, aggredendo violentemente i soldati persino. Alle domande degli scienziati sul perché di questo comportamento, hanno solo una risposta: “Noi dobbiamo restare svegli“!

I soldati cominciano a sparare sui prigionieri rimasti. Solo uno non viene sparato. Un ricercatore gli chiede “Che cosa sei?”. L’ultimo risponde, con un sorriso agghiacciante: “Te ne sei già dimenticato? Noi siamo voi…”. A quel punto un soldato cominciò a sparare. In punto di morte, l’ultima cavia rimasta disse:”Così…vicino…alla…libertà!”.

Vera o no, questa storia è decisamente agghiacciante, non pensate?