Tumore alla prostata, ecco gli uomini più a rischio

Condividi

Il tumore alla prostata è una malattia molto diffusa nel sesso maschile, ma ci sono alcuni fattori che la rendono più probabile. Gli uomini più esposti al carcinoma prostatico, sono quelli con il girovita più alto o eccessivamente ampio. Praticamente i soggetti che risultano essere alti oppure obesi, subiscono un rischio maggiore di uomini bassi o magri. Questa teoria è stata oggetto di studio dell’Università di Oxford ed il risultato di questa ricerca, è stato pubblicato sulla rivista BMC Medicine. Lo studio dei ricercatori inglesi, è stato eseguito su 142mila individui di otto paesi europei, tra cui anche l’Italia. Il rischio di ammalarsi in forma grave, aumenta del 21% ogni dieci centimetri di altezza in più su ogni individuo.

carcinoma prostatico

Tumore alla prostata, tra le cause anche la genetica

Una delle cause principali che aiutano a sviluppare il carcinoma prostatico, è l’accumulo di grasso a livello dell’addome, quindi il sovrappeso e l’obesità sono gli indiziati principali. Per quanto riguarda l’altezza invece, si sono meno certezze, anche se il collegamento tra crescita e alimentazione diventa determinante. Secondo il professor Sergio Bracarda, oncologo direttore dell’Istituto Toscano Tumori, c’è un rischio legato alle mutazioni genetiche. In parole semplici, sembrerebbe che esistano mutazioni genetiche legate alla statura che aumentano il rischio di ammalarsi.

I rischi legati al tumore alla prostata

Da una ricerca statistica eseguita in Italia, i rischi che provocano il tumore alla prostata, si manifestano negli uomini a partire dai 50 anni di età. Nel 2016 infatti sono stati rilevati ben 35mila casi di carcinoma prostatico, ma sono legati anche ad alcuni tipi di alimentazione. Il consumo di carne e latticini, è risultato essere un fattore di rischio molto alto per la formazione di questa patologia. Nel 15% dei casi però subentra anche il fattore ereditario, soggetti che hanno il padre, il fratello o uno zio con precedenti, subiscono un rischio più alto. Gli uomini che presentano casi di carcinoma prostatico nella propria catena familiare, devono necessariamente eseguire controlli preventivi.

Lascia un like...

Controlli e cure del carcinoma prostatico

Tumore alla prostata, le cure

Come già specificato nel precedente paragrafo, alcuni soggetti devono eseguire controlli accurati, molto prima di altri e tra questi ci sono quelli con presenza di fattore ereditario. Il carcinoma prostatico può essere curato con farmaci specifici, se diagnosticato in tempo utile con cure mirate. L’analisi accurato delle cellule tumorali, può portare all’assunzione di una cura più precisa, come specificato in un altro nostro articolo, recentemente pubblicato.

Se il presente articolo è risultato interessante, lasciate un like per rimanere aggiornati sull’argomento e su tutte le news proposte da questo autore.  Inoltre potete lasciare un commento, specificando se il tema trattato è risultato essere utile e interessante.

I farmaci

 

Condividi

Partner links