Cancro, i farmaci scelti sull’analisi del Dna tumorale

Condividi

Interessante innovazione proveniente dalla ricerca sul cancro e la terapia da adottare. Adesso per scegliere i farmaci da assegnare al paziente, la medicina si avvarrà della tecnologia. Le indicazioni arriveranno dai dettagli relativi alle mutazioni genetiche, più se ne conoscono e più mirate saranno le cure. Si tratta di uno studio approfondito del Dna tumorale e da queste indicazioni, si potrà arrivare ad una serie di farmaci per una cura più specifica. La Foundation Medicine, ha studiato in maniera approfondita oltre 300 mutazioni genetiche, negli ultimi anni. Da questo studio è scaturito un elenco di farmaci da fornire all’oncologo, relativi ad ogni singola mutazione.

Cancro, ricerca e analisi di laboratorio

Innovazione sulla cura dei tumori

La tecnica utilizzata sino ad ora, mirava a trattare il tumore sulla base della localizzazione corporea, da oggi si otterrà una mappa delle mutazioni tumorali. Il nuovo studio comprende un’analisi molto accurata, le mutazioni a volte sono uguali anche per tumori che sembrano differenti. Questo significa che l’assegnazione di un farmaco al posto di un altro è di fondamentale importanza. La fase più importante di questo procedimento, è un’accurata analisi del Dna tumorale e da qui scaturisce la scelta del farmaco.

Analisi genetica del tumore

L’analisi del Dna della cellula tumorale, è il procedimento basilare di questa nuova procedura. Questa teoria è stata spiegata da Paolo Marchetti, direttore del Centro di Oncologia del S.Andrea. Il campione tumorale viene spedito negli Stati Uniti alla Foundation medicine ed il risultato arriva entro dieci giorni. Con questo tipo di tecnologia, si riescono a valutare 324 mutazioni in una biopsia e 60 in un prelievo di sangue.

Lascia un like...
Analisi del Dna tumorale

Cancro, un database per scegliere il farmaco

Marchetti ha specificato che grazie ad un database, il farmaco verrà assegnato sulla mutazione di ogni singolo tumore. La prescrizione della cura però, potrebbe anche avere altre indicazioni e quindi ricadere su un farmaco diverso da quelli già utilizzati.  Presto la nuova procedura, sara disponibile anche in 28 ospedali italiani sotto la direzione dell’Università La Sapienza di Roma. In Italia saranno coinvolti inizialmente 440 pazienti ai quali verrà eseguito il test per il riconoscimento della mutazione principale da attaccare. Questa procedura sarà la sfida che la medicina lancerà contro tutti i tipi di tumore, ma questa volta le cure saranno specifiche e mirate. In precedenza l’assegnazione dei farmaci era piuttosto generica, da oggi invece si parte da una base importante: la genetica tumorale.

Dna tumorale

Se il presente articolo è risultato interessante, lasciate un like per rimanere aggiornati sull’argomento e su tutte le news proposte da questo autore.  Inoltre potete lasciare un commento, specificando se il tema trattato è risultato essere utile e interessante.

 

Condividi

Partner links