Come non farsi tracciare dai Big Data

Navigando online è molto probabile che tutte le azioni che compiamo vengano tracciate e salvate. Qualsiasi pagina visitiamo, qualsiasi click, qualsiasi modulo compilato e qualsiasi nostra scelta. A raccogliere questi dati sono principalmente i Big Data.

Cosa sono i Big Data?

Per Big Data mi riferisco in particolare a quelle aziende, spesso multinazionali, che raccolgono dati sugli utenti soprattutto online e li analizzano e studiano al fine di utilizzarli per aumentare i loro profitti. Come? Tramite marketing e pubblicità.

Tra i tanti Big Data posso citare i più grandi, aziende come Facebook, Google, Amazon, Apple, Microsoft… Queste aziende hanno dei veri e propri monopoli online, con miliardi e miliardi di utenti ignari di come i loro dati vengano utilizzati. Anche se non sei iscritto non cantare vittoria: Google e Facebook (ma anche gli altri) sono praticamente su tutti i siti web che visiti e tracciano la tua attività anche se tu non hai un account.

Come proteggersi?

In questo articolo, ti insegnerò qualche trucchetto che ti permetterà di essere meno tracciato online e di lasciare meno dati ai siti web che visiti, senza rinunciare alla tua user experience.

  • Soprattutto, ti insegnerò a reclamare i tuoi diritti e a mandare un messaggio molto chiaro ai Big Data: “io non voglio essere tracciato“. Sembra poco, ma in realtà è il primo passo fondamentale da fare. Non autorizzare questi siti a utilizzare i tuoi dati come meglio credono è già un vantaggio. Infatti hai il diritto di vistare un sito web senza accettare nulla. Se mentre navighi su alcuni siti succede il contrario… utilizza NoAds.li e naviga senza accettare cookie e privacy policies.

Iniziamo.

Opt-out e preferenze: vieta ai Big Data di tracciarti

Lo sapevi che tutti i siti web che raccolgono dati su di te, devono obbligatoriamente mostrarti quali dati hanno raccolto e devono permetterti di “eliminarli/modificali” come e quando vuoi?

Inoltre, spesso una pagina dedicata ti permette di scegliere se essere tracciato o meno e di scegliere i tuoi interessi e quindi modificarli o eliminarli.

Ecco l’elenco delle pagine di gestione delle preferenze pubblicitarie di alcuni Big Data che utilizzi:

Google opt-out

Google: iniziamo con l’azienda che ti conosce meglio dei tuoi parenti. Visitando un link impossibile da ricordare a mente, ma comunque accessibile, è possibile non solo scegliere le proprie preferenze e i propri interessi, ma è soprattutto possibile disattivare la personalizzazione degli annunci Google.
In questo modo, Google non ti mosterà più pubblicità mirata (altamente pericolosa data la sua capacità di convincerti ad acquistare cose inutili che non ti servono, ma ti piacciono).

Vai alle impostazioni annuncio di Google

Facebook preferenze inserzioni

Facebook addirittura ti mostra una pagina in cui elenca quelli che secondo lui sono i tuoi interessi. Puoi eliminare singolarmente ogni interesse, fino a eliminarli tutti.
Questa operazione è importantissima da fare su Facebook, in quanto il 90% dei contenuti che vedi si basa su questi interessi: in questo modo, Facebook manipola le informazioni e tutto ciò che vedi.
Ricorda che anche Instagram e Whatsapp fanno parte della famiglia Facebook.
Visitando questo link spesso, impedirai a Fb di farti finire tra le liste di target degli inserzionisti, vedendo anche meno pubblicità.

Vai su “Preferenze relative alle inserzioni”

Pubblicità sui siti web

La maggior parte della pubblicità online che vedi è di Google. Se non è di Google, è di un inserzionista che è incluso nell’elenco messo a disposizione da www.youronlinechoices.com . In questo sito, è possibile effettuare l’opt-out da tutti i circuiti pubblicitari elencati (e sono veramente tanti, i più importanti).
Con un solo click, chiederai a tutti gli inserzionisti di eliminare le informazioni che hanno su di te. Anche questa è un’operazione che dovresti fare di tanto in tanto, per evitare che si accumulino troppi dati su di te.

Opt-out da tutti i circuiti pubblicitari

Altro elenco, con altri inserzionisti

BONUS- Naviga senza tracker e script pubblicitari con NoAds

NoAds.li è un sito web che ti permette di visitare altri siti web senza dar loro la possibilità di tracciarti e di mostrarti pubblicità. Come fa noads.li ad ottenere questo risultato?
Semplicemente mostrandoti i siti web tramite iframe in Modalità SandBox!
L’iframe è un particolare tag html che permette ai siti web di visualizzare altri siti all’interno (come succede con i video youtube incorporati su altri siti, ad esempio). L’iframe grazie all’attributo sandbox, carica siti senza permettergli di utilizzare script esterni e cookie.

Questo significa: niente pubblicità e tracker, più privacy e anonimato, caricamento pagine rapidissimo e meno giga consumati!
Visitando un sito tramite la modalità sandbox di noads, non sarà necessario effettuare l’opt out da tutti i siti precedentemente mostrati perché… non ne raccoglieranno nessuno!

Per utilizzare la modalità sandbox di noads, visita il sito NoAds.li e inserisci nella barra in alto un link.

 

 

Author: rubinon
"Abbiamo la libertà di parola, ma non lo possiamo dire..." @rubinon on Facebook,Twitter,Medium,Telegram
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments