I premi David di Donatello 2019 in prima serata su Rai 1

Statuetta del David di Donatello

Condividi

L’attrice Uma Thurman riceve il David speciale 2019 dal conduttore Carlo Conti

Il 27 marzo ha avuto luogo la premiazione dei David di Donatello 2019, giunta ormai alla sua 64° edizione. La serata è andata in onda in prima serata su Rai 1, con la conduzione di Carlo Conti. Tra luci, lustrini e abiti haute couture, personaggi illustri del mondo del cinema hanno consegnato le statuette ai vincitori.

I vincitori

Incetta di premi ha fatto il film Dogman di Matteo Garrone, che ha ricevuto ben otto statuette. Tra queste i David per la miglior regia e la migliore sceneggiatura originale. A ciò si deve aggiungere l’assegnazione a Edoardo Pesce del David come migliore attore non protagonista.

La consegna di una delle statuette ricevute dal film Dogman

Sulla mia pelle, di Alessio Cremonini, ha meritato ben tre premi: miglior regista esordiente, miglior produttore e David giovani. Più la statuetta per il miglior attore protagonista ad Alessandro Borghi, delicato interprete di Stefano Cucchi.

Due statuette anche per Chiamami col tuo nome di Luca Guadagnino (miglior sceneggiatura non originale e miglior canzone originale) e per Capri-revolution di Mario Martone (miglior musicista, miglior costumista).

Lascia un like...

Il premio per il miglior documentario è andato a Nanni Moretti, col suo Santiago, Italia, mentre il David dello spettatore è andato alla pellicola A casa tutti bene di Gabriele Muccino.

Un David a testa hanno ricevuto le attrici italiane Elena Sofia Ricci, come migliore attrice non protagonista del film Loro, e Marina Confalone, come migliore attrice protagonista di Il vizio della speranza.

Il ragazzo invisibile – seconda generazione di Gabriele Salvatores ha vinto un David per i migliori effetti visivi, mentre a Roma di Alfonso Cuaròn è spettata una statuetta per il miglior film straniero.

I David speciali

Infine quattro David speciali sono stati consegnati ai registi Tim Burton e Dario Argento, all’attrice Uma Thurman e alla scenografa italiana Francesca Lo Schiavo.

Condividi

Partner links