Il calendario usato in Occidente, una eredità dei Romani

Il calendario usato in Occidente, una eredità dei Romani

Il calendario attualmente in uso in Europa e in Occidente in generale ci è stato lasciato in eredità dagli antichi romani. Infatti i Romani hanno utilizzato dapprima seguito un calendario lunare, composto da dodici mesi e che partiva dal mese di marzo; finché nel 45 a. C. Giulio Cesare introdusse l’anno solare.

Come tutti sanno, l’anno solare è composto da dodici mesi ed è costituito da 365 giorni, 366 negli anni bisestili. Ed è esattamente quello usato dai nostri illustri antenati, persino nel numero di giorni di ciascun mese.

Ovviamente i nomi dei mesi rispecchiano le origini latine: scopriamo insieme il loro significato.

Il mese di gennaio

Gennaio, in latino Ianuarius, deve il suo nome al dio Giano (Ianus); questa divinità romano-italica è di solito rappresenta con due volti, perciò si parla comunemente di Giano bifronte.

Febbraio: il mese del calendario dedicato alla purificazione

Il mese di febbraio, in latino Februarius, prende il nome dai februa, che significa ‘purificazioni’. Febbraio era considerato infatti il mese della purificazione, a causa “dei forti acquazzoni che andavano a inondare la terra preparandola per le stagioni migliori”.

Marzo: comincia la primavera

Marzo, in latino Martius, era il primo mese del calendario lunare. Era dedicato al potente Marte, dio della guerra. Infatti a marzo inizia la primavera e il bel tempo permetteva ai Romani di riprendere le armi.

Aprile: il mese di Venere

Il mese di aprile, in latino Aprilis, sembrerebbe derivare dal latino aperire ‘aprire’, in riferimento allo splendore della primavera. Era il mese sacro a Venere.

Maggio: un po’ di verde nel calendario romano

Dedicato invece a Maia, dea della vegetazione, era il mese di maggio, in latino Maius; Maia era anche dea della fecondità.

Giugno: il mese sacro a Giunone

Il mese di giugno, in latino Iunius, era consacrato alla Giunone, dea della prosperità. Moglie di Giove, era “patrona del mondo femminile e custode del matrimonio”.

Luglio e agosto: i mesi illustri del calendario

Origine meno divina hanno, ai nostri occhi, i nomi dei mesi luglio e agosto. Luglio, in latino Iulius, deve il suo nome odierno a Giulio Cesare; infatti prima del 45 a. C. prendeva il nome di Quintilis. Agosto è invece dedicato all’imperatore Ottaviano, che ricevette dal Senato il titolo di Augustus nel 27 a. C; in precedenza era chiamato Sextilis.

I mesi dei numeri

Settembre, ottobre, novembre e dicembre prendono il loro nome dalla numerazione dei mesi dell’anno lunare. Infatti settembre, in latino September, era il settimo mese; ottobre, in latino October, l’ottavo. Novembre, in latino November, era il nono mese dell’anno lunare e dicembre, in latino December, il decimo.

 


Lascia un commento...

avatar
  Iscirviti  
Notificami
Puoi migliorare la tua esperienza di navigazione dandoci il permesso di utilizzare i dati raccolti per fini pubblicitari. Privacy Policy

X
Questo sito utilizza cookies per raccogliere statistiche anonime e per ricordare le tue scelte.