LA ZUCCA: STORIA, USI, FAVOLE E LEGGENDE

LA ZUCCA: STORIA, USI, FAVOLE E LEGGENDE

La zucca: storia, usi e leggende di questo delizioso ortaggio

La coltivazione della zucca accompagna l’uomo dai tempi più ancestrali. Diffuso in America fin dal 6000 a.C., questo delizioso ortaggio è probabilmente originario dell’India.

Molto apprezzato fin dall’antichità per il suo sapore e la versatilità, era utilizzato dai popoli del Mediterraneo, dagli egizi e dagli arabi.

La zucca in Europa

Solo dopo la scoperta dell’America la coltivazione della zucca ebbe ampia diffusione in Europa. Inizialmente l’ortaggio non godeva di molto prestigio, poiché era considerato un cibo “plebeo”.

Col tempo però anche gli strati più alti della società impararono ad apprezzare questo prezioso alimento.

Tra le più antiche ricette europee a base di zucca troviamo la minestra di zucca, una ricetta risalente al Medioevo con burro e latte di mandorla.

Utilizzi della zucca

La zucca non aveva solo un uso culinario. Gli antichi romani la svuotavano e la facevano essiccare, per conservare al suo interno sale, latte e cereali.

Se ne potevano inoltre ricavare stoviglie e strumenti musicali, come avvenne in Messico con le maracas.

Ancora oggi, in occasione della festa di Halloween, si svuotano e si intagliano le zucche per ottenere decorazioni “terrificanti”.

La zucca: favole, miti e leggende

In tutto il mondo sono state elaborate favole, miti e leggende che parlano della zucca.

In diversi miti la zucca è legata alla vita e alla fecondità. In un mito indocinese due fratelli si salvano dal diluvio universale grazie a una zucca; la bambina, divenuta donna, partorisce poi una zucca, di cui semi sarebbero nate le razze umane.

Anche in una leggenda indiana una donna partorisce una zucca, contenente 60000 bambini.

Secondo una leggenda dell’America centrale, dalla rottura di una enorme zucca ebbero origine gli oceani e i mari.

Infine, ben noto è il ruolo della zucca nella produzione favolistica europea. Come dimenticare infatti la zucca tramutata in carrozza nella Cenerentola di Perrault o l’apologo morale La ghianda e la zucca di La Fontaine?


Lascia un commento...

avatar
  Iscirviti  
Notificami