Le proprietà dei ceci favoriscono cuore e intestino

Nella cucina italiana ci sono alimenti che apportano al corpo umano molti benefici. In questo articolo parleremo delle proprietà dei ceci, che grazie alle loro caratteristiche benefiche, rendono vita facile a cuore ed intestino. I ceci sono un alimento molto antico e sono conosciuti anche con il nome di ‘fagioli di Garbanzo‘. Le maggiori coltivazioni mondiali di questo alimento, le troviamo in India e Pakistan. I principali benefici apportati dai ceci, agiscono sull’apparato cardiovascolare e intestinale. Inoltre contribuiscono in maniera significativa alla riduzione del colesterolo e ad abbassare considerevolmente la glicemia.

Minestra di ceci

Proprietà dei ceci e loro benefici

I ceci contengono numerosi micronutrienti essenziali, che agiscono in maniera determinata su cuore e intestino. Una delle principali caratteristiche possedute da questo antichissimo alimento, è il potere saziante. Questa caratteristica è molto determinante per controllare il peso corporeo. Il peso del corpo infatti, è fondamentale per il buon funzionamento dell’apparato cardiocircolatorio. Questo importantissimo fattore aiuta in maniera esponenziale il cuore, il quale lavora con molta meno fatica. Un’altra caratteristica importante dei ceci, aiuta l’intestino facilitando significativamente la frequenza di defecazione.

Altre caratteristiche delle proprietà dei ceci

Le principali caratteristiche dei ceci, non si fermano solo al benefici di cuore e intestino. Nei ceci sono presenti anche: calcio, magnesio, fosfato, ferro, manganese, zinco e vitamina K. Questi importantissimi componenti, contribuiscono a rinforzare la struttura ossea. Un’altra proprietà significativa dei ceci, è il basso indice glicemico con un quantitativo di fibre insolubili molto alto. Per questa ragione sono un alimento molto indicato per i soggetti diabetici, ma anche per coloro che non soffrono di questa patologia. L’indice glicemico, è in grado di prevenire l’insulino resistenza, che contribuisce alla formazione di patologie croniche.

Ceci in pignata

Ceci: conservazione e utilizzo

I ceci andrebbero consumati almeno 3 – 4 volte alla settimana, con porzioni non inferiori a 150 grammi. Se vengono consumati secchi, le quantità scendono a 30 – 50 grammi. Sotto forma di farine invece, si consiglia di consumare una quantità non superiore a 50 grammi. Per quanto riguarda la conservazione, è preferibile utilizzare ceci secchi da sistemare in barattoli ermetici, possibilmente di vetro.

Evitare il consumo di ceci in latta perché ricchi di nichel e sodio. Anche i ceci congelati  sono fortemente consigliati, ma bisogna sciacquarli per bene prima di consumarli. Se si utilizzano i ceci secchi, bisogna tenerli a mollo per 12 o 24 ore prima di cucinarli e poi successivamente cuocerli per almeno 3 ore.

Ceci secchi

Se questo articolo è risultato utile alla vostra alimentazione, lasciate un like per rimanere costantemente aggiornati sulle news proposte e redatte da questo autore. Inoltre potete lasciare un commento, specificando se l’argomento risulta utile e interessante.

 

Lascia una recensione

Please Login to comment
  Subscribe  
Notificami