Nomofobia: la paura di essere disconnessi nata nel terzo millennio

La fobia è “una paura irrazionale e invincibile per determinati oggetti o situazioni che, secondo il comune buon senso, non dovrebbero provocare timore”. Si tratta quindi di una paura incontrollabile e ingiustificata, che può limitare anche in modo significativo la vita del fobico.

Si contano nel mondo più di 500 fobie. Tra le più diffuse troviamo l’aracnofobia, l’aerofobia (paura di volare) e l’agorafobia (paura degli spazi aperti). Sempre più diffusa è inoltre la nomofobia, una fobia legata alle nuove tecnologie.

La nomofobia

La nomofobia è una fobia di origine recente, legata alla diffusione di internet, dei cellulari e in particolare degli smartphone. E’ la paura “di rimanere sconnessi dal contatto di rete di telefonia mobile”.

La nomofobia colpisce molti giovani tra i 18 e i 25 anni, soprattutto di sesso maschile.

I sintomi della nomofobia

Viviamo in un’era ultratecnologica, in cui persino i bambini della scuola materna sanno usare lo smartphone. Come fare dunque a distinguere un uso patologico del cellulare dal suo sano utilizzo?

A tale scopo, faremo un breve elenco dei sintomi della nomofobia.

  • Uscire sempre con il caricabatterie nella borsa
  • Soffrire di ansia da squillo: avere cioè vere e proprie allucinazioni auditive (squilli o vibrazioni immaginarie)
  • Portare sempre e ovunque lo smartphone con sé, anche in bagno
  • Tenere costantemente acceso il cellulare, in qualunque contesto
  • Andare in ansia se non ci si ricorda dove si è poggiato lo smartphone
  • Assicurarsi di avere sempre una buona ricezione
  • Possedere più di un cellulare
  • Non rimanere mai (neanche per un breve lasso di tempo) senza credito

Esiste una cura?

E’ possibile liberarsi di questa fastidiosa fobia? Certamente.

La nomofobia è la conseguenza della dipendenza da smartphone. Così come si possono perdere altre cattive abitudini, si può anche vincere questa dipendenza. Perché il cellulare è un utile strumento, da non usare in modo compulsivo e patologico.

Consigli utili si possono trovare anche sul web; per esempio sul sito www.efficacemente.com.

 

 

Lascia una recensione

Please Login to comment
  Subscribe  
Notificami