Raccolto un miliardo di euro per il restauro della cattedrale di Notre Dame

Condividi

Particolare della facciata della cattedrale di Notre Dame a Parigi

A dieci giorni di distanza dall’incendio della cattedrale di Notre Dame a Parigi, è stato raccolto 1 miliardo di euro per il restauro della bellissima chiesa.

La devastazione provocata dal fuoco a uno degli edifici simbolo della città di Parigi e della cultura europea ha risvegliato la solidarietà dell’Occidente.

Le donazioni

Magnati di tutto il mondo hanno infatti voluto contribuire con generosità al finanziamento dei restauri.

La Disney metterà a disposizione 5 milioni di dollari.

Dal mondo dell’alta moda il gruppo Lvmh devolverà 200 milioni di euro e offrirà alla Francia la consulenza gratuita dei suoi migliori collaboratori.

La compagnia petrolifera Total contribuirà con 100 milioni di euro.

La raccolta fondi della Francia

E’ nel frattempo partita la raccolta fondi organizzata dal governo francese. La Francia si appoggia a tale scopo al pubblico Centre des Monuments Nationaux, all’associazione cattolica Fondation Notre Dame, alla Fondation du patrimoine e alla Fondation de France.

Lascia un like...

Le polemiche

Le cospicue donazioni spontanee hanno suscitato molte polemiche sui giornali e sul web. Si è visto in esse un secondo fine, un interesse materiale, e non un atto di generosità.

Questo per due motivi. I donatori potranno per legge usufruire di una forte riduzione dell’imposta sul reddito. Oppure il loro fine sarebbe far percepire al consumatore il loro stretto legame col territorio e l’impegno sociale dell’azienda.

Perché Notre Dame?

Eppure potrebbe trattarsi semplicemente di un omaggio alla bellezza e all’arte, categorie in cui la cattedrale di Notre Dame rientra pienamente.

Dichiarata patrimonio dell’umanità dall’Unesco, Notre Dame è infatti una delle icone del gotico. Edificata tra il 1163 e il 1245, è già stata nel 1860 oggetto di un restauro, che ha alterato la sua struttura originaria.

Condividi

Partner links