Vitiligine: la malattia della pelle che ne altera la pigmentazione

Vitiligine: la malattia della pelle che ne altera la pigmentazione

Negli ultimi anni si è parlato spesso sui media della vitiligine, una patologia che produce macchie bianche sulla pelle.

Infatti di questa malattia cronica soffrono diversi vip. Lo ha di recente ammesso pubblicamente su Instagram l’attrice Kasia Smutniak. Senza contare la famosa modella canadese Winnie Harlow, che ha fatto del problema dermatologico un dei suoi punti di forza.

 

Cosa è la vitiligine

La vitiligine è una malattia cronica della pelle che colpisce l’1 % della popolazione mondiale. Comporta una parziale depigmentazione della pelle a chiazze, a causa di una alterazione della quantità di melanina.

Non si conoscono ancora le sue cause. Potrebbe trattarsi di un malattia autoimmune oppure deriverebbe da uno squilibrio del metabolismo. Infine si ipotizza che la distruzione dei melanociti sia dovuta a una sostanza prodotta dai nervi della pelle.

Attenzione al sole! Chi soffre di vitiligine deve sempre proteggersi con la crema solare.

Conseguenze della malattia

La parziale depigmentazione della pelle non è accompagnata da alcun fastidio, come dolore o bruciore. Né favorisce l’insorgere di altre patologie dermatologiche.

Le aree della pelle depigmentate sono particolarmente sensibili alla luce solare ed è perciò indispensabile proteggerle con la crema solare.

Non è una malattia contagiosa, tuttavia può cambiare in negativo la qualità di vita dell’ammalato. Influisce soprattutto sulla sua vita sociale; per esempio Winnie Harlow non fa mistero di essere stata oggetto di bullismo a causa del suo problema dermatologico.

Cura e trattamenti della vitiligine

Non esiste una vera e propria cura per la vitiligine, ma si possono effettuare alcuni trattamenti per migliorare la pigmentazione della pelle. Per le forme più lieve è possibile applicare creme a base di cortisone e calcipotriolo. Per le forme più estese si può ricorrere alla fototerapia; le aree depigmentate sono esposte a luce UVA o UVB, per stimolare la produzione di melanina.

Il camouflage

Obiettivo del camouflage è omogeneizzare il colore della pelle, applicando creme pigmentate sulle aree interessate. Si tratta di cosmetici impermeabili e a lunga durata.

 


Lascia un commento...

avatar
  Iscirviti  
Notificami