Alloro: pianta mediterranea dalle straordinarie proprietà

L’alloro, per i botanici Laurus nobilis, è un arbusto sempreverde caratteristico dell’area mediterranea. Era ben noto agli antichi greci e romani.

Secondo la mitologia greca e romana la pianta di alloro era in origine la bella ninfa Dafne; molto amata da Apollo, Dafne, per sfuggire alle attenzioni non gradite del dio, si fece trasformare in questo arbusto. La divinità rese poi la pianta sempreverde e a lei sacra.

Oltre che sacra ad Apollo, questa pianta era simbolo per i romani della gloria e del successo: tant’è che Giulio Cesare se ne fregiava. Del resto ancora oggi i neolaureati indossano una corona di alloro per enfatizzare il raggiungimento di un importante traguardo, la laurea.

Le caratteristiche dell’alloro

Le foglie  e le bacche di questa pianta contengono “un olio essenziale costituito da geraniolo, cineolo, eugenolo, terpineolo, fellandrene, eucaliptolo, pinene”. Tali sostanze giovano al funzionamento della digestione in tutte le sue fasi, contrastando i problemi dello stomaco e dell’intestino. Sono inoltre molto utili per trattare le patologie legate al freddo, come tosse, febbre e influenza.

E non è tutto. Dalle sue bacche si ricava l’olio laurinato, che è un vero toccasana. Infatti, frizionato, giova ai reumatismi e all’artrite; non solo, riduce i lividi e velocizza la ripresa della parte lesa nella fisioterapia che segue alla rottura di un arto.

Dalle foglie si può ottener un ottimo infuso, ideale da usare come digestivo.

Il Laurus nobilis in cucina

Nella cucina italiana le foglie di alloro sono presenti in moltissime ricette, soprattutto per i piatti di carne e di pesce, dove il suo inconfondibile aroma non può mancare. E’ parecchio utilizzato anche per la preparazione di zuppe e minestre, e di legumi in genere. Dalle sue foglie si ricava un ottimo liquore digestivo.

Questa pianta  è talmente importante nella cucina italiana che fa parte dei “prodotti agroalimentari tradizionali italiani”.

 

 

 

0 0 vote
Article Rating

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments