Assassina la moglie e scrive una lettera per incastrare la figlia 12enne

momisunflower - Pubblicato il: 12 Gennaio 2019

Era il 2009 quando la moglie di Rod Covlin ha perso la vita. La donna è stata ritrovata riversa a terra nel bagno della loro abitazione di New York, ed il caso è stato chiuso come incidente domestico. Solo a distanza di anni è stato riesumato il corpo e scoperta la verità sul caso.

Il 45enne statunitense accusato per l’omicidio della moglie nel 2009, dovrà ora rispondere anche per l’accusa di aver incastrato la figlia 12enne del crimine. All’epoca dei fatti la bambina aveva soli 9 anni, ed è stata proprio lei a ritrovare il corpo privo di vita della madre.

L’accusa della nuova fidanzata riapre il caso

A distanza di 3 anni dalla morte di Shele Danishefsky, la nuova fidanzata è corsa dalla Polizia americana per fare una confessione sconvolgente. L’uomo infatti, avrebbe detto alla donna di essere stato lui a togliere la vita alla defunta moglie. La confessione della fidanzata è bastata per riaprire il caso e riesumare la salma di Shele.

L’autopsia svolta sul corpo della donna ha confermato la cause della morte di Shele avvenuta per soffocamento e non a causa di un incidente domestico come ipotizzato in precedenz


a. Da quel momento il marito è stato l’unico indagato e tutt’ora accusato di aver utilizzato una presa di arti marziali per soffocare la moglie.

Il tentativo di incastrare la figlia

L’uomo, per cercare di uscire dal registro degli indagati, ha deciso di scrivere una finta lettera di confessione da parte della figlia12enne. All’epoca dei fatti la bambina aveva soli 9 anni, e nella finta lettera scritta dal padre assassino, confesserebbe l’omicidio. L’uomo ha rilasciato una dichiarazione secondo la quale la bambina avrebbe litigato con la madre, per poi spingerla accidentalmente causandone la morte.

A scoprire la messa in scena dell’uomo ci sono voluti pochi minuti. Il testo ritrovato nel computer della famiglia, aveva una data che risaliva a tre anni dopo la morte della donna. In più, la conferma della morte di Shele avvenuta per soffocamento, scagionerebbe la figlia che ha confessato di averle procurato la morte facendola cadere a terra.

https://newslandia.it/canta-diretta-facebook-figlio-stermina-la-famiglia-star-del-web-carcere/

Ora Rod Covlin, dovrà rispondere dell’accusa di omicidio e per aver tentato di ostacolare le indagini, oltre al non aver avuto problemi a far ritrovare il corpo della donna ai figli piccoli. Il 45enne infatti, avrebbe preferito far ritrovare il cadavere della madre ai bambini, per far sembrare il tutto un incidente.