Breve storia del chewing gum: dal chicle alla gomma da masticare

Breve storia del chewing gum: dal chicle alla gomma da masticare

I primi a usare le gomme da masticare sono stati i Maya, una antica popolazione originaria del Messico che aveva l’abitudine di masticare il lattice della sapotiglia. La sapotiglia,  o Manilkara zapota, è una pianta dell’America centrale che produce gradevoli frutti di forma sferica o ovale. Dal suo tronco si estrae ancora oggi il lattice, detto chicle, che per lungo tempo ha costituito l’ingrediente base del chewing gum.

L’invenzione del chewing gum

Il chewing gum nasce ufficlamente nel 1869, anno in cui un dentista dell’Ohio, William F. Semple, brevettò questa straordinaria invenzione. Egli afferma di aver inventato un prodotto rivoluzionario, che coniuga le caratteristiche della gomma a quelle della pasta dentifricia; per “gomma” William Semple intende “un equivalente del caucciù”. La sua formula originaria prevedeva la seguente procedura.

In primo luogo si scioglieva la gomma in nafta e alcool, finché non assumeva la consistenza della gelatina; poi  si mescolava con “gesso e radice di liquirizia in polvere”. Infine si facevano evaporare le sostanze solventi; si potevano utilizzare diversi solventi: paraffina, spermaceti (una sostanza cerosa ricavata dai capodogli e dalle balene), cera,  gomme e resine.

Nella realizzazione del chewing gum era previsto anche l’utilizzo di materiali usati di solito nella produzione dei dentifrici: “radici di giaggiolo e di liquirizia, zucchero, barite e carbone”.

La diffusione della gomma americana

Il chewing gum ebbe ampia diffusione Negli Stati Uniti d’America, tanto da essere definito comunemente “gomma americana”. Approdò in Europa durante la seconda guerra mondiale insieme alla carta igienica e alle barrette di cioccolato.

Infatti ogni soldato americano portava con sé la cosiddetta “razione K”, composta da alimenti (biscotti secchi, caffè solubile, brodo e limonata in polvere, frutta secca) e attrezzatura fondamentale per la sua sopravvivenza. Essa comprendeva anche “una confezione monouso per l’igiene dentale”, di cui faceva parte il chewing gum. La gomma da masticare giovava infatti ai soldati perché manteneva in buona salute la loro dentatura, contribuendo inoltre a far loro mantenere i nervi saldi.

 


Lascia un commento...

avatar
  Iscirviti  
Notificami
Puoi migliorare la tua esperienza di navigazione dandoci il permesso di utilizzare i dati raccolti per fini pubblicitari. Privacy Policy

X
Questo sito utilizza cookies per raccogliere statistiche anonime e per ricordare le tue scelte.