Emma Marrone in concerto: “Aprite i porti”. Risponde consigliere della lega: “Apri le cosce e fatti pagare”

momisunflower - Pubblicato il: 1 Marzo 2019

La cantante Emma Marrone durante un concerto ha espresso la sua opinione riguardo l’accoglienza degli immigrati. In risposta all’urlo dell’artista, un consigliere comunale della lega avanza insulti sessisti. Emma sotto shock per la cattiveria arrivata.

Durante un concerto dell’artista, è partito un urlo dal palco che chiedeva di aprire i porti ai molti immigrati in cerca di asilo. Delle parole, quelle pronunciate dalla cantante Emma Marrone, che non sono passate inosservate. Mentre i suoi fans hanno applaudito al gesto dell’artista, nel web si è scatenata la bufera.

Insulti sessisti dal consigliere della lega

A insultare l’artista è stato il consigliere comunale di Amelia della Lega


trong>Massimiliano Galli. Sul suo profilo social di Facebook infatti, ha commentato la vicenda invitando l’artista ad “aprire le cosce e a farsi pagare“. Queste le parole pesanti utilizzate da Galli.

Emma Marrone, durante il successivo concerto live, non è riuscita a trattenere le lacrime mentre raccontava della cattiveria ricevuta. L’artista ha anche ripetuto il suo pensiero, affermando che non “sarebbe mai diventata come loro“, riferendosi a chi le ha rivolto gli insulti.

Le Iene in difesa di Emma

Anche le Iene hanno voluto prendere posizione riguardo la vicenda, andando ad intervistare lo stesso consigliere per fare chiarezza sull’accaduto. Nonostante abbiano provato a far capire a Galli la gravità delle sue parole, il consigliere ha continuato ad affermare di non dover fare le proprie scuse a nessuno. Secondo Galli infatti, le sue parole sono state interpretate male.

In difesa della cantante si è anche schierata Laura Boldrini, che su Instagram definisce l’artista infinitamente migliore agli squallidi personaggi che l’hanno insultata.

https://newslandia.it/proposta-matrimonio-al-concerto-ermal-meta-video/

Anche Matteo Salvini, nelle ultime ore, si è espresso sull’argomento. Il ministro ha preso le difese di Emma Marrone, affermando che Galli ha sbagliato e che spera di poter andare presto a sentire live la cantante.