Gli antichi Egizi: divinità dall’aspetto insolito sacre nell’antico Egitto

Gli antichi Egizi: divinità dall’aspetto insolito sacre nell’antico Egitto

Il pantheon degli antichi Egizi comprendeva ben settecento divinità, ognuna delle quali era oggetto di culto.

Tra le divinità egizie c’erano molti animali. Alcuni di essi sono noti ai più; è per esempio nozione comune che gli Egizi adoravano i gatti, legati al culto della dea Bastet. Questa dea era raffigurata con la testa di gatto e il suo tempio ospitava una numerosa colonia di felini.

Tra gli dei egizi c’erano anche animali meno prevedibili e persino bizzarri.

Lo scarabeo stercorario

Lo scarabeo stercorario era legato al culto del dio Ra. Infatti questo scarabeo crea una palla di sterco e ci depone le uova; da questa palla nasceranno poi i piccoli scarabei. Nella mitologia egizia il dio Ra spinge il sole per farlo sorgere; allo stesso modo lo scarabeo stercorario spinge la palla di sterco, da lui creata e da dove è nato.

La mucca nel culto degli antichi Egizi

Presso gli Egizi la mucca era legata al culto della dea Hathor, “la grande mucca celeste che creò il mondo e il sole”. Questa divinità era raffigurata con il volto dotato di robuste corna. Era la dea dell’amore e della morte.

Il babbuino

Al dio Thot era invece legato il babbuino. Tra i reperti egizi numerose sono le statue e le immagini che raffigurano Thot come un babbuino seduto, che regge un disco solare o una falce di luna. A questa divinità si attribuiva l’invenzione della scrittura, delle arti e delle scienze.

La rana

Tra gli dei dell’antico Egitto c’era anche una dea-rana, Heket. Questa dea aveva corpo di donna e testa di rana. Era la protettrice del parto e le donne egizie di solito indossavano amuleti e scarabei con la sua effigie durante la gravidanza e il parto.

L’ippopotamo nel pantheon degli Egizi

Gli antichi Egizi adoravano anche una divinità minore di nome Tauret, “dea del matrimonio e dell’allevamento dei bambini”. Questa divinità aveva un aspetto insolito. Veniva rappresentata come un ippopotamo gravido con zampe di leone e coda di coccodrillo.


Lascia un commento...

avatar
  Iscirviti  
Notificami