“In attesa per colpa di un negro”. Episodi razzisti dal medico oncologico

momisunflower - Pubblicato il: 29 Settembre 2018

In attesa per colpa di un negro“, così si sono sfogati nella sala di attesa in un Ospedale a Cagliari. Un episodio di razzismo presso il reparto di oncologia e cure palliative, dove l’umanità dovrebbe regnare sovrana. A denunciare il gravissimo fatto, la dottoressa del reparto, che ha scoperto dell’accaduto qualche giorno dopo.

Ci troviamo all’Ospedale San Giovanni di Dio, dell’azienda Ospedaliero universitaria di Cagliari. Qui almeno quattro delle persone in attesa per la visita, si sono sentite frustrate per il tempo che trascorreva. Fino a qua potrebbe essere comprensibile lo spazientirsi, ma ciò che ha fatto si che questa notizia facesse il giro d’Italia, è quanto è stato detto.

migrante picchiato visita Papa

La dottoressa Maria Cristina Deidda si è allontanata per accompagnare un paziente ad una visita specialista da lei richiesta. La colpa di questo paziente? Essere senegalese. Non appena gli accompagnatori in attesa hanno visto questa scena, hanno iniziato a pronunciare frasi razziste.
Siamo in attesa per colpa di un negro” avrebbero detto dopo aver assistito a quell’allontanamento della dottoressa.

Un avvenimento che sta lasciando molti senza parole, il medico per primo che ha voluto denunciare il fatto sul suo profilo Facebook. La dott.ssa Deidda ha voluto scrivere infatti un post sul suo profilo per raccontare quanto accaduto e non solo. Il medico ha deciso anche di chiedere scusa al ragazzo senegalese a nome di tutti quei suoi concittadini chiamandoli “sconosciuti”. Si è detta senza parole nel vedere quanta poca umanità c’è anche in un reparto tanto delicato come in quello in cui lavora.

Il profilo della dottoressa precedentemente pubblico, è stato reso privato a causa dell’enorme affluenza di condivisioni. Un post di tale portata ha fatto il giro del web, obbligandola a  nascondere il suo profilo privato a chi non è presente tra i suoi amici.