Picchia la figlia della compagna. La donna: “è tutta la mia vita, non lo abbandono”

Picchia la figlia della compagna. La donna: “è tutta la mia vita, non lo abbandono”

Una notizia che ha fatto molto scalpore e che vede un 25enne picchiare violentemente la figlia di appena 2 anni della compagna. La bambina è ancora ricoverata in condizioni critiche, mentre iniziano ad arrivare le prime dichiarazioni della madre: “lui è tutta la mia vita, io non lo abbandono“.

I fatti

E’ di qualche giorno fa l’ennesima notizia che vede protagonista una violenza familiare a danni di una bambina. Federico Zeoli è il compagno della madre della giovane vittima, e la loro storia d’amore ha inizio un paio di mesi fa. La donna, durante il drammatico avvenimento, era a fare visita al padre ammalato, quando al suo ritorno si è trovata di fronte ad una scena agghiacciante. La piccola di soli 2 anni era completamente ricoperta di sangue e priva di sensi. Zeoli ha affermato alla compagna che la figlia era semplicemente svenuta, stessa giustificazione che darà poi la madre ai medici che prenderanno in cura la piccola.

Non ci sono volute molte ore per capire la vera dinamica dei fatti. Sul corpo della piccola sono stati ritrovati lividi, contusioni e morsi. Da qui la confessione di Zeoli che ammette di aver picchiato la bambina poichè innervosito dal suo pianto. Scattano così le manette al 25enne.

https://newslandia.it/getta-acqua-e-candeggina-nelle-parti-intime-maschili-contro-la-violenza-di-genere/

La parole della madre

Mentre la piccola è ancora ricoverata in gravissime condizioni nell’ospedale di Roma, arrivano le prime dichiarazioni della madre. Nonostante si dica d’accordo con la permanenza del compagno in carcere, non ha intenzione di abbandonarlo. Così come afferma la stessa donna, il ragazzo è tutta la sua vita. La madre dell’aggressore le avrebbe confidato che il figlio soffre di schizofrenia, e per questo la donna si dice ancora più convinta del volergli rimanere accanto.


Lascia un commento...

avatar
  Iscirviti  
Notificami