Sanremo: le canzoni e i cantautori più amati del Festival

Il Festival di Sanremo è giunto alla Settantesima edizione e da diversi decenni continua a lanciare cantautori e a sfornare tormentoni e canzoni d’autore. Col passare degli anni la musica proposta  dalla kermesse canora si è rinnovata, continuando a coinvolgere anche i più giovani. Infatti nel 2019 il concorso è stato vinto dal rapper-cantautore Mahmood con il brano Soldi e ha fatto conoscere al grande pubblico il trapper Achille Lauro.

Alcune canzoni di Sanremo sono diventate veri e propri pezzi cult della musica italiana; essi spopolano ancora oggi in tv e nelle serate di karaoke. E’ difficile stilare una vera e propria classifica degli artisti e delle canzoni, ma  si può fare un tentativo.

Gli anni Cinquanta: Sanremo 1951-59

Il primo decennio di vita di Sanremo vede tra i suoi più importanti protagonisti Nilla pizzi e il poliedrico Domenico Modugno. Nilla Pizzi si fa amare dagli italiani grazie alle canzoni Vola colomba (vincitrice dell’edizione del 1952) e Papaveri e papere. Domenico Modugno, in coppia con Johnny Dorelli, vince la kermesse del 1958 con la celebre Nel blu dipinto di blu.

Gli anni Sessanta e Settanta

Negli anni Sessanta salgono sul palco sanremese artisti del calibro di Mina, Adriano Celentano, Gino Paoli e Bobby Solo. Questi anni vedono anche l’esordio di Fausto Leali, Al Bano e Massimo Ranieri e sono adombrati dal suicidio del cantautore Luigi Tenco, autore ed interprete di Ciao, amore ciao (insieme a Dalida) nell’edizione del 1967.

Gli anni Settanta non furono splendidi per il festival, ma sul palco dell’Ariston salirono anche grandi artisti come Nada, Lucio Dalla e Roberto Vecchioni.

La rinascita di Sanremo negli anni Ottanta

Negli anni Ottanta il Festival di Sanremo recupera il suo prestigio e si rinnova. La kermesse lancia i nuovi cantautori Alice ed Eros Ramazzotti, e ospita anche gruppi musicali come i Pooh, pietra miliare della musica leggera italiana, e i Ricchi e poveri, vincitori nel 1985 con la famosissima Se m’innamoro.

Dagli anni  Novanta in poi

Il festival continuò a essere molto seguito anche negli anni Novanta, periodo molto denso in cui emergono cantautori che avrebbero avuto un successo internazionale: Laura Pausini, Giorgia e Biagio Antonacci.

Dal 2000 in poi sul palco dell’Ariston si sono esibiti artisti di variegati generi. Dai cantautori indipendenti come Daniele Cristicchi, vincitore del 2007 con la sua Ti regalerò una rosa, ai cantanti provenienti dai talent-show Amici e X-Factor.

 


Lascia un commento...

avatar
  Iscirviti  
Notificami
Puoi migliorare la tua esperienza di navigazione dandoci il permesso di utilizzare i dati raccolti per fini pubblicitari. Privacy Policy

X
Questo sito utilizza cookies per raccogliere statistiche anonime e per ricordare le tue scelte.