Se vedi una farfalla viola nella culla, ecco perchè devi fare attenzione..

Capita sempre più spesso di imbattersi in queste farfalle viola situate all’interno o ai bordi delle culle dei bambini appena nati. Le osserviamo, a volte sorridiamo e ci viene normale chiederci il perchè si trovino proprio lì. La verità che vi stiamo per raccontare, arriva da una storia molto triste, ma che potrebbe fare del bene a molte altre persone se condivisa.

Questa è la storia di una coppia davvero innamorata, di Milli Smith e del suo compagno Lewis Cann. Milli era incinta di due gemelli, due bellissimi bambini che da tempo aspettava, ma purtroppo sono stati travolti da una notizia devastante. Nella famiglia di Milli c’erano state molte gravidanze gemellari, ma con la stessa frequenza solo un bambino era riuscito a nascere. Questa notizia ha sempre preoccupato i genitori, ma non ha fatto si che abbandonassero la loro gioia e il loro ottimismo.

Purtroppo, quando hanno fatto la visita della dodicesima settimana di gravidanza, ecco che si sono ritrovati costretti a ritornare con i piedi ben saldi a terra. Il ginecologo li informò che una delle due bambine, quella per cui avevano scelto il nome Skye, non sarebbe sopravvissuta a causa di una condizione chiamata anencefalia.

Milli non ha voluto buttarsi giù d’anima, pretendendo di essere trattata da tutti come sempre, e rimanendo al fianco del suo dolce compagno.

Il giorno del parto è arrivato, e la mamma è stata preparata psicologicamente a vedere nascere la sua Skye, senza però vederla muoversi. Dopo qualche minuto Skye avrebbe smesso di respirare e sarebbe morta. Il piccolo miracolo è avvenuto non appena la piccola guerriera è venuto al mondo, regalando ai suoi genitori un pianto a pieni polmoni e continuando a respirare per ben tre ore. Com’era però previsto, la dolce Skye è volata in cielo, non prima però di conoscere i suoi genitori e la sorellina Callie.

Queste le parole della madre:

Nessuno degli altri genitori sapeva cosa fosse successo a Skye. Iniziarono a rivolgersi a me con dei commenti innocenti e secondo loro simpatici. Una mamma di due gemelli si rivolse a me, mentre i suoi bambini stavano piangendo, e disse: “Sei così fortunata che ne hai uno”. Quel commento mi ha lasciata pietrificata. Corsi fuori dalla stanza in lacrime e loro non capivano il perché. Non avevo il coraggio di dirgli cosa era successo, un semplice adesivo mi avrebbe evitato l’intera situazione. 

Ed ecco che nasce il simbolo della farfalla viola per far capire alle persone quello che una famiglia sta passando, senza dover pronunciare quelle parole strazianti. Lo scopo di questa iniziativa è quella di avvisare le persone che quel bimbo è nato senza il fratellino o la sorellina, per evitare di dire accidentalmente qualcosa di insensibile e doloroso.

Ecco come mai questa farfalla viola sta facendo il giro del web, per informare le persone che potrebbero imbattersi in questo adesivo che presto verrà utilizzato in ogni parte del mondo.

Isis minaccia Principe George