Vita in famiglia: come far trascorrere il pomeriggio a casa ai bambini

Vita in famiglia: come far trascorrere il pomeriggio a casa ai bambini

Un primissimo piano dei chiodini, il famoso giocattolo della Quercetti che ancora oggi diverte i nostri bambini

Può capitare di trascorrere la maggior parte della giornata chiusi in casa, in famiglia. Ciò accade di solito nei lunghi pomeriggi estivi, ma anche quando i bambini sono malati oppure in caso di isolamento forzato da corona virus.

E’ molto importante allora trovare il modo di trascorrere il tempo con i nostri piccoli cari in modo sereno e anche un po’ costruttivo. Insomma, i nostri figli hanno voglia di giocare ed è un dovere dei genitori aiutarli a farlo anche nelle roventi giornate estive e quando è impossibile uscire.

Seguono perciò alcuni semplici suggerimenti, che speriamo vi saranno utili!

Giochi da tavola in famiglia

Per trascorrere in modo divertente ma tranquillo i noiosi pomeriggi estivi in famiglia, non c’è niente di meglio dei classici giochi da tavola. Alcuni giochi sono consigliabili con i bambini dai sette anni in poi, come il Monopoli, ma latri, come il Gioco dell’Oca, sono adatti anche ai bambini di cinque anni.

I giochi di carte

Le carte napoletane sono ancora molto utili per giocare seduti intorno a un tavolo con i bambini. La tradizione ci mette a disposizione numerose modalità di gioco; infatti  anche i bambini del secondo millennio amano giocare ad asso pigliatutto oppure a scopa, soprattutto se i genitori mettono per una volta da parte smartphone e computer. I nostri figli sono sempre contenti quando troviamo il tempo di stare con loro!

Inoltre attraverso i giochi di carte i fanciulli possono apprendere in modo giocoso i numeri e le prime nozioni di calcolo.

Il gioco dei mimi: un classico per la famiglia

Specie se in casa ci sono bambini in età prescolare, il gioco dei mimi riscuoterà molto successo e farà divertire grandi e piccini.

Il gioco dell’impiccato

Senza tempo e ancora proponibile ai nostri tecnologizzati ragazzi è il gioco dell’impiccato, per il quale sono sufficienti un foglio di carta e una penna. Per circa trenta minuti riuscirete a tenere i vostri figli seduti e fermi, senza che neanche se ne accorgano.

0 0 vote
Article Rating

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Puoi migliorare la tua esperienza di navigazione dandoci il permesso di utilizzare i dati raccolti per fini pubblicitari. Privacy Policy

X
Questo sito utilizza cookies per raccogliere statistiche anonime e per ricordare le tue scelte.