Voleva un maschio: vende la figlia appena nata per 5 mila euro

Cina, provincia di Zhejiang, un padre spinto dall’enorme desiderio di avere un maschio, vende la figlia non appena saputo del suo sesso femminile. Una storia che non si sarebbe mai scoperta se non fosse stato per la madre dell’uomo, insospettita dal suo atteggiamento.

Non era il primo figlio avuto dalla coppia, ma essendo anche il primogenito di sesso femminile, l’uomo sperava fortemente sulla nascita di un maschio. La motivazione che l’uomo ha dato al suo folle gesto, è stata l’oppressione finanziaria nel dover mantenere una seconda figlia.

La denuncia della nonna

Alla madre della bambina, l’uomo aveva annunciato la morte della figlia a causa di un incidente, ma alla nonna non è riuscito a mentire. La donna infatti, si era offerta di aiutare la coppia così come aveva fatto per la prima figlia, ma qualcosa non le tornava. Il figlio continuava ad inventarsi scuse inverosimili per non far entrare la madre in casa sua e vedere così la bambina. La nonna, che non si è arresa, ha approfittato di un momento in cui l’uomo non era a casa, ed è entrata nell’abitazione facendo la tragica scoperta. Non c’era alcuna traccia della nipote.

La donna ha denunciato nell’immediato il figlio ai militari, preoccupata che la nipote potesse essere finita nel giro dei trafficanti di bambini. Delle veloci ricerche hanno fatto si che si ritrovasse la piccola che fortunatamente era tra le mani di una coppia di coniugi disperati per non poter aver figli.

mamma scudo figlia ferita

Il padre della piccola infatti, aveva venduto la bambina di appena 10 giorni ad una coppia di sconosciuti, intascando 5 mila euro. Ora l’uomo e la coppia sono finiti in manette, mentre la custodia della bimba è stata affidata alla nonna paterna.